Facebook per i minori di tredici anni: sì o no?

Facebook kids

Un argomento molto seguito dai genitori in questi giorni, Facebook sì o Facebook no per i minori di tredici anni? Sembra proprio che Mark Zuckemberg stia per aprire le porte del social network più famoso al mondo anche ai più piccoli. Perchè? Nonostante le regole delle leggi federali negli Stati Uniti, sono troppi i bambini che autorizzati dai genitori hanno il proprio account Facebook, solo l'anno scorso son stati chiusi 600.000 account per questo motivo. Un fenomeno sempre più diffuso che spinge anche alla riflessione sui troppi pericoli del web, e sull'importanza di una figura adulta vicina nel momento della navigazione dei più piccoli.

Ma è necessario per i nostri bambini al giorno d'oggi avere un profilo in un social network? Pare che questo sia un circolo vizioso, infatti se molti dei nostri figli hanno il tanto desiderato profilo, si instaura una specie di catena e chi non segue queste regole di socialità, e ne rimane escluso, si sente fuori dal gruppo. Gli account junior, però hanno in sè degli ostacoli di non poca difficoltà, infatti da un lato, Facebook rischia di peggiorare la sua immagine nella protezione dei dati personali. Aprendo ufficialmente la propria rete ai bambini, il minimo errore sarebbe fatale, il rispetto della privacy potrebbe iniziare un'esplosione pericolosa sotto il profilo giuridico, politico e mediatico trascinando il social in un altro grande flop. D'altra parte, quest'impresa per il colosso di Facebook è golosa, la pubblicità ad hoc e i conseguenti ricavi sarebbero di sicuro ingenti, e per noi genitori un'altra pioggia di spot di prodotti che i bambini verrebbero spinti a desiderare. In attesa della decisione di Facebook, chiamo in causa voi, che ne pensate?

Via | lesechos.fr

  • shares
  • Mail