Davvero i vaccini per il morbillo, parotite e rosolia causerebbero l’autismo? Secondo Paul Offit, un pediatra che ha anche inventato dei vaccini, non c’è nessun nesso tra la vaccinazione e la malattia. Le mamme possono dormire sonni tranquilli e seguire quanto ci consiglia il pediatra di base. Lo continua a sostenere da anni. Da quando ha pubblicato il libro “I falsi profeti dell’autismo” che si basava su uno studio, ora considerato quasi ridicolo, pubblicato nel 1998 sulla prestigiosa rivista medica Lancet.

Finalmente anche la Corte Federale Usa gli viene in soccorso. Resapingendo la richiesta di risarcimento presentata da tre famiglie americane, secondo cui il vaccino trivalente a base di mercurio era stato il responsabile dei casi di autismo sviluppati nelle loro famiglie. Ma i giudici hanno tagliato corto: “non esistono evidenze scientifiche che mettano in correlazione il vaccino con l’insorgenza dell’autismo”. Malgrado negli Stati Uniti siano oltre 5000 le famiglie che hanno sollevato la questione rivolgendosi ai tribunali, è da anni che Offit naviga la medesima onda dei togati.

Tutto è partito dal vespaio sollevato dal dottore britannico Andrew Wakefield, che nel 1998 collegava i vaccini all’autismo. Offit ha ricevuto minacce di morte per lui e i suoi figli, ma conta proprio sul sostegno dei genitori di bambini autistici che fino ad ora avevano preferito rimanere in silenzio. “È avvenuto esattamente il contrario di quello che avevo previsto”, ha dichiarato Offit in un’intervista. La madre di un bimbo di 10 anni autistico gli ha scritto in una lettera: “Preferisco affrontare l’autismo piuttosto che vedere il mio bambino che muore per una malattia poteva essere prevenuta”. Voi, li avete vaccinati i vostri figli?

Fonte| Reuters

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto