Mammalingua, un libro di filastrocche per neonati

mammlingua filastrocche per neonati

E' stato recentemente ripresentato al festival milanese Quantestorie uno dei libri che in assoluto amo di più: Mammalingua, di Bruno Tognolini, scrittore e sceneggiatore di programmi per bambini, nato a Cagliari ma residente a Bologna.

Si tratta di un libro scritto per i neonati, e per questo è composto da 21 filastrocche, 1 filastrocca per ogni lettera dell'afabeto. Le filastrocche sono molto brevi, ma hanno una sonorità e un ritmo che richiamano i suoni elementari, e nello stesso tempo parlano di cose molto quotidiane: la cacca, la luce, la nanna, la mamma, i sì e i no. Le illustrazioni (bellissime) sono di Pia Valentinis, celebre illustratrice, cagliaritana d'adozione.

Mammalingua non è certo un libro nuovo: è stato scritto nel 2002, ma come tutti i libri davvero belli, il tempo non fa che confermarne il successo. In casa nostra "gira" ormai da 6 anni, e ogni occasione è buona per riprenderlo in mano: a 6 mesi perché è l'unico libro che attira davvero l'attenzione, a 3 anni perché i bimbi iniziano a distinguere la differenza tra le lettere, a 6 anni perché imparano a leggere e possono finalmente impadronirsi completamente di questo libro, che li ha accompagnati praticamente per tutta la vita. Recentemente ri-edito dalla casa editrice Il Castoro, costa 14,50 € ed è disponibile nelle librerie, oppure su IBS.

Foto| Tuttestorie

  • shares
  • Mail