Seguici su

Crescita

Recite scolastiche, divertimento o tortura?

E’ giusto che i bambini vengano coinvolti nelle recite scolastiche sin da quando frequentano il nido? Qual è l’età più giusta in cui portare un bambino sul “palco” e farlo avvicinare ad emozioni che sono abitualmente forti anche per un adulto? Personalmente non credo che le recite servano ai bambini e credo anche che si potrebbero aspettare i cinque anni di età prima di cominciare. Anche molti pedagogisti sono di quest’avviso.

Credo anche che molti maestri e maestre si sentano obbligati a questo genere di attività scolastica dai genitori dei bambini, che in qualche modo vogliono un risultato a fronte del pagamento della retta. Magari sono cinica, ma è anche vero che vedo troppo spesso mamme con l’ansia da prestazione, bambini costretti a recitare canzoni e poesie davanti alla famiglia, genitori che affrontano gare silenziose per dimostrare chi ha il figlio più in gamba.

Forse sono condizionata dal fatto che la Ben è sempre stata timida e recepisce le emozioni come una spugna. Anche la troppa felicità la fa piangere e quando si trova un pubblico di fronte si da velocemente alla fuga, condita più o meno da grandi lacrimoni.
Per la recita di carnevale, ad esempio, aveva imparato una lunga filastrocca (lunga per un bambino che ha poco più di tre anni) e una piccola canzoncina, sapeva mimarla e sapeva anche che le toccava la parte del porcellino saggio che porta un mattone per costruire la sua casa. Durante le prove è andata benissimo. Durante le settimane in cui si preparavano sprizzava felicità da tutti i pori. Poi è crollata. Appena mi ha vista mi è corsa in braccio piangendo ed è finita lì.

Non credo, come invece crede mio marito, che sia stata traumatizzata da questo evento (le patatine del rinfresco hanno portato molto sollievo). Tuttavia non mi piace neanche che a soli tre anni debba percepire come emotivamente impegnativo quello che dovrebbe essere un momento di gioia. Ecco, mi piacerebbe che la recita fosse filmata quando i bambini sono tranquilli, quando recitano perché si divertono e non perché devono qualcosa ad un pubblico e poi mostrata ai genitori durante le riunioni.

Credo sarebbe un bel sollievo anche per le maestre, che si sentono spesso valutate in base a questa attività quando l’unico parametro di riferimento che dovremmo avere è che i nostri figli le abbracciano felici e stanno volentieri con loro come fossero persone di famiglia.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche

Bambino Natale Bambino Natale
Intrattenimento4 giorni ago

A Natale puoi: testo, video e storia dietro alla canzone più famosa del Natale

A Natale puoi: un testo semplice per una canzone che da anni ci accompagna durante le feste. Ecco il significato....

Gravidanza Gravidanza
Celebrità6 giorni ago

Stimolazione ovarica: cos’è la tecnica utilizzata dalle mogli di J-Ax e Pintus

La stimolazione ovarica è una tecnica che aumenta le possibilità di avere un figlio: ecco cos’è e come funziona. La...

Depositphotos Depositphotos
Intrattenimento6 giorni ago

Memorie di famiglia: come scannerizzare e organizzare vecchie foto e diapositive

Risorse e consigli per digitalizzare e ridare vita alle vecchie foto di famiglia, preservandole dall’usura del tempo e creando composizioni...

Gorgonzola Gorgonzola
Gravidanza1 settimana ago

Gorgonzola in gravidanza: ecco cosa è importante sapere

Il gorgonzola in gravidanza è sicuro da mangiare? Cerchiamo di fare chiarezza sull’argomento per evitare rischi. Durante la gravidanza è...

Famiglia2 mesi ago

Come essere una buona mamma

La cosa più importante è amare i propri figli La definizione di buona mamma varia a seconda di chi chiedi. Tuttavia,...

dormire bene in estate dormire bene in estate
Salute4 mesi ago

Dormire bene in estate, 5 consigli per grandi e piccini

Dormire bene in estate, ecco i consigli degli esperti che possono essere seguiti da tutti quanti in famiglia, dai grandi...

Gardaland Resort Gardaland Resort
Gite e viaggi4 mesi ago

Gardaland Resort, 10 buoni motivi per soggiornare negli alberghi interni al parco

Gardaland Resort, 10 buoni motivi per soggiornare all'interno del parco, nei tre alberghi tematici che ci faranno tornare tutti bambini.

il cane di nessuno il cane di nessuno
Libri e Riviste6 mesi ago

Il cane di nessuno, un bellissimo libro da leggere insieme ai bambini

Ecco un bellissimo libro per bambini da regalare ai più piccoli: sei pronto a scoprire "Il cane di nessuno"?

Diario di viaggio per bambini, come scriverlo? Diario di viaggio per bambini, come scriverlo?
Gite e viaggi6 mesi ago

Diario di viaggio per bambini, come scriverlo?

Un diario di viaggio permette ai bambini di immortalare ricordi e imprimere nella mente esperienze indimenticabili: ecco tutti i consigli...

Libri e Riviste7 mesi ago

I libri per bambini sui Peanuts che i piccoli lettori ameranno

Tanti libri per bambini sui Peanuts che i piccoli lettori adoreranno leggere e rileggere: finiranno per divorarli!

Mamma8 mesi ago

Festa della mamma: le migliori idee regalo da fare

Festa della mamma, idee regalo fotografiche per rendere felice la donna più importante della nostra vita: ecco qualche proposta.

Archie Meghan Harry Lilibeth Archie Meghan Harry Lilibeth
Celebrità11 mesi ago

Archie, il figlio di Meghan e Harry, è identico al papà

L'incredibile e tenerissima somiglianza del piccolo Archie con il suo papà, il Principe Harry