Le più interessanti curiosità sui rinoceronti da raccontare ai bimbi

Oggi si celebra la Giornata Internazionale del rinoceronte: perché non onorarla raccontando queste interessanti curiosità sull’animale ai tuoi bimbi?

In occasione della Giornata internazionale del rinoceronte, che ricorre oggi 22 settembre, abbiamo pensato di raccogliere alcune curiosità sull’animale che tanto interesse suscita nei bambini quando ne vedono uno in tv o allo zoo. I rinoceronti sono animali grandi e grossi, hanno la pelle spessa e sono dotati di zoccoli.

Sono in pericolo in quanto cacciati illegalmente per i loro corni, considerati curativi presso molte popolazioni. Ti va di approfondire l’argomento raccontando queste curiosità sui rinoceronti ai tuoi bambini? Continua a leggere.

Curiosità sui rinoceronti per bambini

Sapevi che rinoceronti sono tra i più grandi mammiferi terrestri? Già, vengono solo dopo gli elefanti. E questa non è l’unica notizia interessante che li riguarda: ecco le altre.

Le più interessanti curiosità sui rinoceronti da raccontare ai bimbi

  • Esistono 5 specie di rinoceronti: due sono di origine africana e tre asiatica. E’ il rinoceronte bianco ad essere considerato il secondo mammifero terrestre più grande..
  • Sono enormi. I rinoceronti bianchi, che sono i più grandi, possono arrivare a pesare anche 3.500 Kg. Incredibile associarne il peso alla dieta, che è a base di foglie e vegetali. I rinoceronti, infatti, sono erbivori e non predano altri animali per la loro sopravvivenza.
  • Alcune specie di rinoceronte hanno un solo corno, altre ne hanno due. Quello del rinoceronte bianco può arrivare ad una lunghezza di 150 cm.
  • Il corno è fatto dello stesso “materiale” del quale sono fatte le nostre unghie: è costituito da cheratina, la stessa proteina che sta alla base anche dei nostri capelli.
  • Per la maggior parte, i rinoceronti sono animali solitari e amano evitarsi a vicenda. Ma alcune specie, in particolare il rinoceronte bianco, possono vivere in gruppo o, meglio, branco.
  • Non saranno socievoli tra di loro, ma vanno abbastanza d’accordo con i cosiddetti “uccelli da zecca” che vediamo generalmente appollaiati sulla loro schiena, e che si cibano dei parassiti che popolano la pelle del rinoceronte.
  • Hanno una vista scarsa, infatti non riescono a vedere una persona ferma a una distanza di 30 mt.
  • Amano il fango. Non è un caso che li si veda, spesso e volentieri, rotolarsi nel fango. Lo fanno per crearsi una sorta di mantello capace di proteggere la loro pelle dal sole forte, di mantenerli freschi, di evitare le punture di insetti e di sbarazzarsi di parassiti indesiderati.
  • Sono animali molto territoriali e delimitano la loro area con… le loro feci.
  • I rinoceronti non hanno predatori naturali, ma tendono a spaventarsi facilmente e difatti, quando si sentono minacciati, il loro istinto è quello di attaccare direttamente qualunque cosa li abbia spaventati. Per questo sono anche piuttosto pericolosi.
  • I rinoceronti sono in pericolo. Sono una facile preda di bracconaggio. Negli ultimi 10 anni ne sono stati uccisi oltre 7.100.

Bene, speriamo che queste curiosità ti abbiano svelato nuove notizie da condividere con i tuoi bimbi. Leggine altre:

Foto di Gerhard G. da Pixabaye di ELG21 da Pixabay