Mancanza di autostima nei bambini: 5 segnali da considerare

Come riconoscere la mancanza di autostima nei bambini? Ecco alcuni segnali da valutare per capire se i piccoli sono insicuri e come aiutarli.

Autostima e bambini, un binomio che va sempre considerato, durante tutta la loro infanzia. Già: viviamo in una società ricca di ideali di bellezza e successo che segnano la nostra percezione di noi stessi fin da piccoli. Per questo motivo è fondamentale lavorare sodo per costruire una autostima positiva che aiuti i nostri figli ad essere sereni, sicuri e autonomi. Ma, soprattutto, a renderli emotivamente forti e preparati ad affrontare le sfide che la vita porrà loro. Non tutti i bambini godono di una buona autostima. Per capire se anche tuo figlio rientra tra questi, ti suggeriamo di dare peso a questi 5 segnali.

5 segnali di mancanza di autostima nei bambini

Ci sono indizi che identifichiamo immediatamente e che ci avvertono che nostro figlio potrebbe avere problemi di autostima. Tuttavia, può accadere che il bambino lo manifesti in altro modo che, in quanto men evidente corre il rischio di passare inosservato agli occhi di mamma e papà. Ad esempio…

Mancanza di autostima nei bambini: 5 segnali da considerare

  1. Il bambino è perfezionista o troppo critico nei confronti di se stesso. Se mostra un’elevata paura di fallire o pretende troppo da se stesso, insomma, se non è mai soddisfatto da quanto ha portato a termine, può essere sinonimo di mancanza di fiducia nella propria persona.
  2. Il piccolo è giù di morale. Se non sorride, tende a chiudersi in se stesso, non ha motivazione, può essere sintomo di poca autostima. Siamo tutti bravi in qualcosa, basta solo capire cosa.
  3. Il bambino si comporta in modo aggressivo. I piccoli che prendono in giro altri bambini e che, per questo, potrebbero sembrare fin troppo sicuri di sé, in realtà lo fanno per far sì che l’attenzione ricada su un’altra persona e che quindi possano passare inosservati.
  4. Il piccolo ha l’esigenza di compiacere chi lo circonda, dagli amichetti alle maestre fino ai parenti. Non riescono a dire di no a nessuno. In questi casi è come se l’approvazione altrui fosse più importante del loro benessere. Che, così, passa in secondo piano.
  5. Il bambino è sempre titubante/indeciso. Se si mostra incapace di prendere una decisione e la frase che tende a ripetere più spesso è “non lo so” allora dovremmo spronarlo a prendere una decisione, a decidere lui stesso anche se dovesse sbagliare.

Se sembra facile capire quando i bambini sembrano sentirsi bene con loro stessi – idea che identifichiamo come “autostima”- non è altrettanto facile capire quando non lo sono. Quelli che avete appena letto sono alcuni dei segnali probabili indicatori di una bassa autostima nei bambini.
Foto di Shlomaster da Pixabay e di ambermb da Pixabay