Come curare l'anemia nei bambini con una dieta sana

Durante la crescita ad alcuni bambini capita di diventare anemici, spesso a causa di intolleranze alimentari o problemi di assorbimento intestinale. Ecco come risolvere il problema con la dieta giusta


Hearty Eater

I bambini durante la loro crescita possono avere qualche problema di anemia, da curare prevalentemente attraverso l'alimentazione. Piccole carenze di ferro, ad esempio, possono provocare debolezza, inappetenza, mal di testa e problemi nella concentrazione a scuola, ma anche rallentare il corretto sviluppo in altezza.

Ci sono poi anemie da carenze nutrizionali spesso legata a forme allergiche o intolleranze alimentari, tra cui la celiachia, ma anche l'intolleranza al lattosio. Queste patologie, tra i vari sintomi, danno anche infiammazioni intestinali e diarrea che impediscono alle sostanze nutritive contenute nei cibi di essere assorbite correttamente e arrivare nel sangue.

In ogni caso, allergie e intolleranze vanno sempre individuate attraverso i test allergologici e la prima misura da prendere è quella di eliminare dalla dieta l'alimento che provoca la reazione immunitaria. Ci sono però anche forme di anemia dovute a carenza di specifiche vitamine (come la B12 in caso di anemia perniciosa), o semplicemente di origine ereditaria. Una dieta anti-anemia sarà ricca di frutta e di verdura, ma soprattutto di proteine, sia di origine animale che vegetale.

Ad esempio la carne rossa (anche di cavallo), dovrà essere presente 2 volte alla settimana, quella bianca circa 3 volte, e il pesce almeno 3-4 volte. Sia le carne che il pesce si possono fra assumere anche sotto forma di brodi. Importantissimi anche i legumi, che il bimbo potrà mangiare anche tutti i giorni, se li tollera bene.

Per quanto riguarda il pesce, via libera a trota e salmone, digeribili, gustosi, ricchi di omega 3. Il formaggio più digeribile e nutriente è senza dubbio il tipo grana (come il parmigiano), ma ogni giorno non dovrà mancare lo yogurt perché ricco di lattobacilli che rinforzano le difese immunitarie a livello intestinale e quindi aiutano l'assorbimento delle sostanze nutritive.

Le uova sono un altro alimento completo che non deve mancare mai nella dieta del piccolo, e quindi almeno 3 volte a settimana. Per favorire l'assorbimento delle sostanze nutritive, riducete nella sua dieta il consumo di zuccheri raffinati, dolci da forno, e pane. Meglio dei buoni cereali, pasta e riso , anche integrali, nelle porzioni giuste associati anche a grassi e proteine.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail