Nausea in gravidanza, le cure dell'omeopatia funzionano?

E' uno dei più tipici e fastidiosi disturbi della gravidanza: la nausea. Per combatterla ci si può avvalere anche delle cure omeopatiche ma... funzionano?

Tra i disturbi che si associano alla gravidanza, la nausea, con o senza vomito, è senza dubbio uno dei più tipici, da cui poche mamme riescono a "scampare". Le ragioni di tale scombussolamento, che si manifesta in modo accentuato al mattino, sono, naturalmente, ormonali.

Infatti l'aumento della prolattina e del progesterone nel sangue della donne in concentrazioni nettamente superiori alla norma, producono effetti anche sul tubo digerente e sulla produzione di succhi digestivi. La nausea è perciò un disturbo che in genere interessa i primi tre mesi della gravidanza, poi il corpo si abitua e il sintomo regredisce da solo.

Nausea-gravidanza-e-omeopatia

Tuttavia, in caso di iperemesi gravidica, una particolare forma di malessere molto più rara, la nausea e il vomito sono tali da necessitare un ricovero in ospedale, come è capitato alla bellissima Kate Middleton quando era intinta di poche settimane. Anche una gravidanza gemellare può accentuare il disturbo della nausea, che in questo caso potrebbe prolungarsi oltre il primo trimestre. La futura mamma non ha molte armi per combattere questo fastidioso malessere, perché durante la gestazione assumere farmaci è controindicato.

All'occorrenza si possono succhiare ghiaccioli anti nausea o fettine di zenzero fresco, oppure ricorrere all'omeopatia. Ma molte future mamme sono un po' sospettose su questo tipo di cure naturali, perché pensano che siano meno efficaci delle altre. In realtà, non è non dovrebbe esser così, anche se la risposta alla terapia è poi molto soggettiva. L'omeopatia si basa sul principio che il simile cura il simile, e che piccole dosi molto diluite e opportunamente dinamizzata di un principio attivo (di origine sempre naturale) che provochi un determinato malessere, in questo caso nausea e vomito, sia in grado di curarlo.

Stimolando il sistema immunitario, infatti, il farmaco omeopatico permette all'organismo di curarsi da solo e superare lo stato di malessere. Nel caso di nausee gravidiche i medicinali omeopatici consigliati sono Ipeca alla 7 CH e Sepia alla 9 CH da assumersi nella dose di 3-5 granuli sublinguali 3 volte al giorno lontano dai pasti. Attenzione al cosiddetto "aggravamento omeopatico", un iniziale e transitorio peggioramento del sintomo che indica, però, che il rimedio scelto è quello giusto.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail