Bambino di 3 anni mangia solo caramelle per sopravvivere

Un bimbo inglese di 3 anni, affetto da una rara malattia, è costretto a nutrirsi di caramelle per non morire di fame. Vi raccontiamo la sua storia

Per un bambino di 3 anni, sano, l'idea di potersi nutrire solo di caramelle potrebbe anche sembrare un bel sogno, una possibilità meravigliosa, da fiaba, un po' come vivere nella casetta di marzapane.

Peccato che una dieta di caramelle sia una realtà che somiglia tanto ad un incubo per un bambino inglese di tre anni afflitto da una gravissima allergia alimentare, peraltro molto rara, chiamata enteropatia eosinofila. Il piccolo si chiama Finley Ranson, e la malattia di cui soffre è causata da una eccessiva produzione di globuli bianchi all'interno dell'apparato digerente.
Bambino-caramelle
I globuli bianchi, o leucociti, sono cellule ematiche che fanno arte del nostro sistema immunitario. Nel caso della enteropatia eosinofila, accade che queste cellule attacchino in massa qualunque altro genere di cibo ingerito che non siano le caramelle, perché i principi nutritivi contenuti negli alimenti comuni vengono erroneamente percepiti dal sistema di difese del corpo come dei nemici da combattere, ovvero alla stregua di batteri e virus.

In genere le allergie alimentari individuano un unico allergene, per esempio il lattosio, o il glutine, che viene attaccato e produce reazioni avverse con sintomi infiammatori vari tra cui dolori addominali, vomito, diarrea, malessere generale e, alla lunga, blocco della crescita. Ma nel caso del piccolo Finley qualunque alimento gli provoca questi sintomi, ragion per cui non è in grado di mangiare nulla.

I genitori del bambino stanno portando alla ribalta il proprio calvario soprattutto per poter spingere sulla Ricerca della enteropatia eosinofila, per la quale non esiste cura attualmente, consapevoli del fatto che il loro bambino non potrà mangiare caramelle a vita.

Infatti l'alterativa è il nutrimento forzato, con flebo e sondini, una eventualità che la mamma e il papà di Finley vorrebbero risparmiare al loro bambino. Speriamo anche noi che presto si trovi una soluzione per questa terribile allergia, e che nel frattempo il corpo di Finley trovi in se stesso le armi per combatterla e trovare un equilibrio.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail