Il sodio nel sangue, i valori di riferimento in gravidanza

Misurare i livelli di sodio nel sangue in gravidanza è importante per scongiurare il rischio di ipertensione gravidica, Vediamo i valori di riferimento

La misurazione del sodio nel sangue, sodiemia, in gravidanza è molto importante perché attraverso questo semplice test e il controllo della pressione si stabilisce se la futura mamma sia a rischio di ipertensione gravidica e quindi se si debba intervenire per evitare rischi.

Una pressione sanguigna troppo elevata, infatti, associata a sintomi come le presenza di albumina nel sangue e gonfiore degli arti, può portare ad una complicanza molto pericolosa per la gestante e per il feto chiamata eclampsia. Detto questo, in genere, anche con valori di sodio troppo elevati nel sangue, è possibile mantenere la pressione a posto con una dieta iposodica adeguata.
Sodio-sangue

Talvolta, però, si manifesta il problema opposto, ovvero la futura mamma ha una carenza di sodio dovuta al fatto che il bambino ne richiede di più. E quindi, in questo caso, la dieta iposodica non va bene! Ma quali sono i valori di riferimento della sodiemia in gravidanza? Intanto, spieghiamo brevemente qual è il ruolo nel sodio nel nostro organismo. Questa sostanza, insieme al potassio, serve per mantenere tonici gli spazi intercellulari e regola il volume medio dei liquidi nel corpo, ecco perché una dieta troppo ricca di sale favorisce, oltre alla pressione alta, anche la ritenzione idrica.

In gravidanza, come anticipato, il bambino prende per sé un po' del sodio presente nel sangue materno, ma i ginecologi non ritengono sia necessario aumentare l'apporto il sale (cloruro di sodio) nell'alimentazione materna, anche perché questa sostanza si trova dappertutto, dalle verdure all'acqua fino a carne, latticini e pesce (specie di mare). Può essere una buona soluzione, poi, usare il sale iodato, che aiuta le donne in dolce attesa a prevenire comuni disturbi alla tiroide associati a carenza di iodio. Ma torniamo al nostro sodio. Quali sono i valori ematici giusti? Ecco quelli normali di riferimento:


  • Tra i 135-146 milliequivalenti (mEq)/l

Effettuare i test ematici e misurare la pressione del sangue è di routine in gravidanza, quindi non vi preoccupate e seguite sempre le indicazioni del vostro ginecologo.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail