I bambini Down rassicurano le mamme in un video solidale

Un video dolce, un video pieno di speranza, per rassicurare le future mamme sulle prospettive di vita dei propri figli con la sindrome di Down in concomitanza con la giornata Mondiale della malattia. Da vedere

Il 21 marzo, primo giorno di primavera, sarà anche la Giornata Mondiale della Sindrome di Daown, una malattia cromosomica che fa molta paura ai futuri genitori. Si tratta di una di quelle patologie che si possono scoprire attraverso la diagnosi prenatale, in particolare grazie ad un esame che si chiama amniocentesi, ma non solo.

Una donna incinta che scopra, attraverso questi test, di stare per dare alla luce un bambino con la sindrome di Down sicuramente riceve una mazzata non da poco. Eppure... eppure si può essere felici con i propri figli portatori di questa disabilità. Molto felici.
Sindrome-Down
Provate a dare un'occhiata al video in apertura, e vi si aprirà un mondo pieno di dolcezza, di sentimento, pieno di enormi prospettive di felicità futura. La parola futuro è cruciale, perché il video in questione, un mini-film con protagonisti tanti bambini e ragazzi di tutta Europa con la sindrome di Down, ha una destinataria precisa, ovvero la futura mamma ("Dear future Mom"), e un messaggio chiaro e pieno di forza: "Non avere paura".

A ribadirlo, a mo' di esortazione, ma soprattutto di rassicurazione, sono i piccoli protagonisti, che ricordano quali cose meravigliose sono e saranno in grado di fare, e quante soddisfazioni potranno regalare ai loro genitori, se avranno anch'essi fiducia nei loro bimbi. Quali sono le attività che non saranno precluse ai bambini con la sindrome di Down?

Crescere, giocare, studiare, trovare un lavoro, essere indipendenti, amare. Essere felici. Più di tutto, soprattutto. Essere felici. Il video è stato realizzato dall'agenzia di pubblicità Saatchi&Saatchi per la regia di Luca Lucini, su progetto di CoorDown (Coordinamento nazionale associazioni delle persone con sindrome di Down), e lanciato proprio in concomitanza con la Giornata mondiale della malattia.


La felicità di un genitore passa attraverso la felicità dei figli ma il benessere di un figlio con sindrome di Down dipende anche dall’inclusione nella società e dalla possibilità di esercitare i propri diritti: una scuola di qualità, il giusto numero di ore di sostegno, i necessari interventi riabilitativi precoci, l’opportunità di trovare un lavoro, come chiunque altro. L'obiettivo della Giornata Mondiale è anche quello di diffondere una nuova cultura della diversità e una maggior conoscenza delle persone con sindrome di Down

Si legge nel comunicato CoorDown che accompagna il bellissimo video. Non abbiamo null'altro da aggiungere.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail