Seguici su

Alimentazione per bambini

Svezzamento, quale frutta dare e quale è più indicata?

Lo svezzamento è una fase cruciale nello sviluppo del bebè, che deve imparare ad abituarsi a cibi diversi dal latte materno. Vediamo quando si deve cominciare ad inserire la fritta e con quale iniziare

Lo svezzamento del bebè in genere si comincia ai 4-6 mesi di età del piccolo, e la frutta è uno dei primi alimenti a venire inseriti nella sua nuova dieta. Infatti si tratta di un cibo gradito immediatamente al palato dei neonati in quanto dolce, digeribile, e morbido. La frutta contiene tanta acqua, che serve per mantenere idratato il bebè, e fibre, che aiutano il suo intestino a regolarizzarsi.

Naturalmente, e questo vale soprattutto quando si comincia a svezzare il bambino a 4 mesi, non tutta la frutta va egualmente bene, perché alcuni tipi sono fortemente allergizzanti, e non adatti allo stomaco delicato di un neonato.

Andiamo, quindi, per gradi. Le prime pappe con la frutta, che a partire dal quarto/sesto mese, dovranno entrare nella dieta del piccolo ogni giorno, saranno perciò preparate con frutti a polpa morbida, non acidi, non troppo succosi e naturalmente non allergizzante. Pere e mele (senza buccia) grattugiate e banana schiacciata sono l’ideale. Preferite il frutto fresco, ma eventualmente potete proporre anche gli omogeneizzati.

A sei mesi potete proporre al piccolo anche della frutta estiva con le stesse caratteristiche succitate, ovvero susine e prugne fresche, mentre le pesche saranno da preferire sotto forma di omogeneizzato. Quando il bambino avrà compiuto almeno 8-9 mesi (e sempre in accordo con il pediatra), potete proporgli, con moderazione per non provocargli dolorose colichette intestinali, l’anguria e il melone.

Dai 10 mesi via libera alle pesche fresche e alle albicocche, purché perfettamente sbucciate. Tutta la frutta che stiamo elencando può essere offerta al bebè anche cotta, ad esempio mele e susine. Dopo il compimento del primo anno di vita, gradualmente si abituerà il bimbo ai sapori acidi, e quindi a frutti come gli agrumi o il kiwi privato dai semini.

Inizialmente potete anche alleggerire il suo stomaco riducendo questi frutti in succhi e spremute fresche, ma senza aggiunta di zucchero. Dopo i due anni di età è finalmente possibile introdurre nella dieta del vostro bambino tutta la frutta, anche quella allergizzante come la frutta secca, le fragole, i frutti di bosco e la frutta esotica.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Leggi anche

bambino che scrive su un calendario e impara l'organizzazione del tempo bambino che scrive su un calendario e impara l'organizzazione del tempo
Scuola1 giorno ago

Insegnare ai bambini a organizzare il loro tempo di studio

In questo articolo, esploreremo alcune strategie efficaci per insegnare ai bambini a organizzare il loro tempo di studio. Insegnare ai...

viaggio in famiglia, aeroporto viaggio in famiglia, aeroporto
Gite e viaggi1 giorno ago

Come viaggiare con i bambini in Europa e creare ricordi indimenticabili

Viaggiare con i bambini in Europa può essere un’esperienza emozionante e coinvolgente per tutta la famiglia. Secondo una ricerca, oltre...

ragazza universitaria ragazza universitaria
Scuola4 giorni ago

Come affrontare il trasferimento in una nuova scuola

In questo articolo forniremo qualche consiglio per affrontare al meglio il trasferimento in una nuova scuola. Affrontare il trasferimento in...

bambino studia matematica bambino studia matematica
Scuola6 giorni ago

Affrontare le difficoltà in matematica: consigli per i genitori

In questo articolo, forniremo alcuni consigli utili per aiutare i genitori ad affrontare le difficoltà in matematica dei loro figli....

bambini che giocano a calcio bambini che giocano a calcio
Scuola1 settimana ago

La gestione dell’orario extra scolastico: attività e riposo

In questo articolo, esploreremo l’importanza di una gestione equilibrata dell’orario extra scolastico. La gestione dell’orario extra scolastico è un aspetto...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola2 settimane ago

Strategie per affrontare la scuola a casa: homeschooling

In questo articolo, esploreremo alcune strategie per affrontare al meglio questa sfida. Negli ultimi anni, l’istruzione a domicilio, conosciuta anche...

bambini a scuola che litigano bambini a scuola che litigano
Scuola2 settimane ago

Strategie per gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola

Gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola può essere una sfida per molti genitori. Ecco qualche consiglio. I conflitti tra...

bambini, squadra bambini, squadra
Scuola2 settimane ago

Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra

In questo articolo esploreremo l’importanza del gioco di squadra. Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra è un aspetto...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola3 settimane ago

Preparazione per i colloqui scolastici: consigli per i bambini

La preparazione per i colloqui scolastici è un processo importante per i bambini. Ecco qualche consiglio. I colloqui scolastici sono...

ragazza legge un libro ragazza legge un libro
Scuola3 settimane ago

Consigli per mantenere l’equilibrio tra scuola e hobby

Ecco qualche consiglio per mantenere un equilibrio sano tra scuola e hobby. Mantenere un equilibrio tra scuola e hobby può...

alunni e professore realizzano un progetto pratico alunni e professore realizzano un progetto pratico
Scuola3 settimane ago

Il valore dell’apprendimento pratico: progetti e attività

In questo articolo esploreremo il valore dell’apprendimento pratico, alcuni esempi e le sfide da affrontare. L’apprendimento pratico è un’importante componente...

mani che tengono la Terra mani che tengono la Terra
Scuola4 settimane ago

Integrare l’educazione ambientale nella vita quotidiana

In questo articolo, esploreremo diverse strategie per incorporare l’educazione ambientale nella nostra routine quotidiana. L’educazione ambientale è diventata sempre più...