La storia del coniglietto pasquale e perché si festeggia

Nei Paesi anglosassoni, e adesso anche da noi in Italia, il coniglietto pasquale è diventato un vero simbolo di questa festività religiosa, molto amato dai bambini. Ma qual è la sua storia?


Di peluche, di cioccolato, di carta... il coniglietto pasquale è un vero protagonista dei festeggiamenti di Pasqua nei Paesi del nord Europa e negli USA, ma la sua storia è antica, e affonda le sue radici in una tradizione precristiana e pagana.

Nella nostra tradizione italiana, invece, così come in tutto il mondo latino, il coniglietto di Pasqua non esiste, perché i simboli legati a questa festività religiosa che è anche la più importante per i cristiano-cattolici, sono altri, come le colombe, le uova e i pulcini, l'ulivo eccetera.
Coniglietto-pasquale

Si è però "imposto" (piacevolmente, perché in effetti si tratta di un animaletto delizioso), attraverso l'influenza soprattutto americana, e oggi tutti i nostri bambini amano disegnare il coniglietto pasquale e sperano di riceverlo come dono, meglio se di cioccolato o con un bel cestino colmo di regalini.

Per capire come mai il coniglio sia "finito" tra i simboli della Pasqua dobbiamo tornare indietro nel tempo, ad un civiltà pagana che celebrava i riti della fertilità. La lepre e il coniglio, infatti, sono gli animali più prolifici in assoluto, ecco perché sono stati da sempre associati al concetto di fecondità e di vita che si rinnova. Da qui, dopo l'avvento del Cristianesimo, si è arrivati ad accogliere, proprio con la simbologia di vita che rinasce (come l'uovo), il coniglio tra i simboli della Pasqua.

Come elemento importante della tradizione pasquale germanica e olandese, attraverso le ondate migratorie verso gli USA, il coniglietto si diffuse anche nel Nord America, e da qui a tutto il mondo (un po' come è accaduto per Halloween). Il coniglio pasquale è anche un bel po' dispettoso, pensate che il sabato santo si diverte e nascondere le uova decorate e quelle di cioccolato nei prati (o in casa), sfidando i bambini a ritrovarle in una divertente caccia al tesoro che tradizionalmente si svolge la mattina della domenica di Pasqua, prima del pranzo. Vince tutto chi raccoglie più uova!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail