Svezzamento, come fare il brodo vegetale e quali verdure usare

Per preparare le prime pappe del bebè durante lo svezzamento ci serve un buon brodo vegetale. Ecco come prepararlo e quali verdure scegliere

Durante la fase delicata dello svezzamento si introducono nella dieta del neonato i primi alimenti diversi dal latte (materno o artificiale), e bisogna seguire una certa gradualità. Infatti l'apprato digerente del bebè deve "imparare" a ricevere e metabolizzare cibi diversi, nuovi, e il suo palato deve abituarsi a gusti del tutto nuovi.

Si comincia, quindi, sempre con la frutta e le prime pappe a base di brodo vegetale. La scelta dei vegetali da dare al bambino, però, non può essere casuale, perché non tutti gli ortaggi sono ugualmente digeribili e adatti allo stomaco di un neonato!
Mother feeding baby in highchair

Per questa ragione è importante sapere come procedere sopratutto quando si preparano i primi bordini, che dovranno essere sempre molto leggeri, e possibilmente fatti con verdure biologiche, che quindi non abbiano assorbito nessun tipo di sostanze chimiche potenzialmente tossiche.

Il primo brodo deve esser semplice, con poche verdure, al massimo tre, a scelta tra: zucchine, carote, patate, sedano, zucca. Si tratta di ortaggi dal gusto delicato, digeribili e non allergizzanti. Dopo che il bebè si sarà abituato a questi sapori, potrete, con scansioni di 3-4 giorni, aggiungere tutti gli altri ortaggi di stagione, incluse le cipolle, ad eccezione del pomodoro, che essendo allergizzante va inserito dopo i 12 mesi di età.

Una volta che avrete scelto le vostre tre verdurine, le lavate bene, le sbucciate o eliminate le parti dure, le tagliare a pezzetti e le immergete nell'acqua, che dovrà essere oligominerale a basso contenuto di sodio. Fate bollire e procedete nella cottura per circa un'ora (o 20 minuti se adoperate la pentola a pressione), a fuoco dolce.

L'acqua dovrà essersi ridotta della metà rispetto alla quantità originaria. A questo punto filtrate il brodo e usatelo per le pappe, perché è pronto! Non aggiungete sale in cottura, è importante. Potete preparane una buona quantità e conservarlo in congelatore porzionato nei vasetti, in modo da averne sempre una bella scorta pronta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail