Dentizione e diarrea nei bambini: il parere degli esperti

I dentini creano numerosi disturbi ai bambini: tagliano le gengive portando dolore e febbre, in alcuni casi, anche diarrea. Quali sono le cause secondo i pediatri?

La dentizione è una fase delicatissima nella vita dei bambini. Puntualmente dopo aver superato le coliche ed essersi regolati nel ciclo sonno-veglia, arrivano i dentini a destabilizzare i più piccoli. Il passaggio è tra i 6 e i 30 mesi e coincide con lo svezzamento.

dentizione

Prima spuntano gli incisivi, le cosiddette palette, poi i laterali, i molari, i canini e per ultimi i secondi molari, che sono anche i più grossi. Ovviamente, la comparsa dei denti è accompagnata da una serie di problemi. La gengiva si deve tagliare e porta con sé dolore, irrequietezza e febbre.

Molti piccolini hanno, proprio a causa del male, problemi gastrointestinali: il più comune è la diarrea. In passato, si credeva che la dentizione fosse collegata ai disturbi intestinali, la medicina contemporanea nega che ci sia un collegamento. Resta però il fatto che, nonostante non ci siano dati scientifici, molti piccolini hanno disturbi di questo genere (alcuni anche nausea e vomito).

Quello che è vero è che un collegamento tra bocca e intestino c’è: i piccoli tendono a mettersi mani e giochi in bocca nella speranza di avere sollievo. Se le manine e i giochini non sono ben puliti possono essere vettore di infezioni, quali gastroenterite. Questo è un dato che i genitori devono tenere molto ben presente ed è forse l’unica reazione causa effetto logica e scientifica. Infine, ricordiamo che la diarrea deve essere comunicata al pediatra soprattutto se le scariche sono numerose e abbondanti e se durano più di 24 ore. Nell’attesa di avere indicazioni terapeutiche, ricordate di idratare il piccolo.

  • shares
  • Mail