Occhi rossi nei bambini, le cause e i rimedi naturali

Congiuntiviti, allergie, semplice irritazione... basta poco a far arrossare gli occhi dei bambini. Ecco come alleviare il disturbo con i rimedi naturali

Non è difficile che i bambini, neonati inclusi, abbiano ogni tanto gli occhi rossi, talvolta gonfi e lacrimanti. Le cause più comuni di questo disturbo sono le congiuntiviti, infiammazioni della congiuntiva dell'occhio (la membrana sottilissima che ricopre il bulbo) che a loro volta possono essere di origine allergica, virale o batterica.

Ma anche la stanchezza e l'esposizione ad agenti inquinanti (non ultimo lo smog che soffoca le nostre città), favoriscono il fenomeno degli occhi rossi, accentuato dall'abitudine dei bambini di grattarsi anche in modo violento.
Congiuntivite-bambini

Per alleviare questo sintomo, e decongestionare gli occhi, a seconda della causa scatenante si potranno usare diversi rimedi. Se, ad esempio, gli occhi sono arrossati per una congiuntive batterica, che è la più insidiosa, si devono usare dei colliri antibiotici per evitare che l'infezione si estenda.

Negli alti casi, però, possono bastare rimedi naturali. Una efficace terapia è, ad esempio, applicare degli impacchi di camomilla o di semplice acqua calda sull'occhio o su entrambi gli occhi congestionati e lacrimanti. La camomilla dovrà essere concentrata, e se ne dovranno imbevere delle garze sterili.

L'effetto è lenitivo, sfiammante e decongestionante. Questi impacchi sono indicati anche in caso di orzaiolo, per favorirne la guarigione. Per occhi delicati, che si arrossano facilmente all'aria o agli agenti atmosferici, che si irritano in modo ricorrente, sono poi utili anche i colliri naturali a base di acqua di mare, che sono disinfettanti e congestionanti e che si possono applicare anche più volte al giorno.

Anche i colliri omeopatici, come ad esempio l'ottimo Euphralia, sono indicatissimi in tutti i casi di infiammazione oculare nei bambini. Attenzione, poi, all'alimentazione, perché la vista e gli occhi si rinforzano anche mangiando i giusti cibi.

Carote, mirtilli e frutti rossi in genere, pesce ricco di omega 3 e frutta secca sono amici degli occhi, proprio come le uova e la verdura a foglia verde. Se, però, il rossore degli occhi non dovesse passare neppure dopo una settimana o 10 giorni di trattamento, meglio effettuare dei controlli più accurati.
Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail