Vita sedentaria in gravidanza: i rischi per mamma e bambino

Perché è consigliata l'attività fisica anche in gravidanza? Scopriamo i benefici dello sport e perché la sedentarietà nuoce a mamma e bambino

Ormai è appurato: salvo controindicazioni individuali, svolgere regolare attività fisica in gravidanza è estremamente benefico sia per la mamma che per il bambino. Viceversa, una vita sedentaria, in cui la futura mamma trascorra gran parte dei nove mesi della dolce attesa seduta o sdraiata, non solo favorisce senza dubbio l'eccessivo aumento di peso, ma può anche comportare maggiori rischi di un parto pretermine o di disturbi gestazionali.

Infatti una donna incinta, lo ricordiamo, non è certo malata, al contrario, il suo corpo è pieno di energia, sta letteralmente "costruendo" un altro essere umano, e tutte le sue funzioni fisiologiche sono amplificate e moltiplicate.
Vita-sedentaria-gravidanza

Durante la gestazione, anche quelle più felici, si verificano piccoli stati di malessere, disturbi che la ginnastica e il movimento possono contribuire ad attenuare, mentre l'inattività non fa che accentuarli. Facciamo un piccolo esempio: il mal di schiena. Man mano che il pancione aumenta di volume, la colonna vertebrale e il bacino della donna vengono sicuramente messi alla prova.

Ma eseguendo qualche semplice esercizio, meglio se ogni giorno, per mantenere elastica la colonna e tonica la muscolatura che la sostiene, il problema può essere davvero minimizzato. Stesso discorso per il gonfiore agli arti, che in genere è dovuto ad un ristagno venoso e alla ritenzione idrica, fenomeni comuni in gravidanza.

Anche in questo caso, se la futura mamma se ne sta sempre seduta, magari di fronte ad una scrivania, o semisdraiata su un divano, non farà che accentuare gli edemi e la pesantezza, perché non darà una mano al cuore e al sistema circolatorio e linfatico. Per migliorare il tono venoso e favorire l'eliminazione dei liquidi in eccesso, la cura migliore sono le passeggiate a passo veloce, così come la ginnastica in acqua e l'automassaggio.

E' stato inoltre dimostrato, attraverso studi scientifici, che una mamma che fa sport in gravidanza aiuterà lo sviluppo cerebrale del suo bambino, arriverà al parto molto più in forma e probabilmente avrà meno complicazioni, avendo mantenuto allenata la muscolatura del pavimento pelvico.

Questo permette anche di evitare sgradevoli conseguenze come il prolasso uterino e vescicale. Inoltre, con l'attività fisica si ossigena meglio il corpo (cosa di cui beneficia il feto), si mantengono al meglio i valori di glicemia e della pressione (in questo modo di riducono i rischi di diabete gestazionale e preeclampsia), si stimola il transito intestinale prevenendo problemi come stitichezza e meteorismo. Viceversa, una vita sedentaria aumenta i rischi di:


  • Formazione di coaguli e quindi di trombosi venosa
  • Parto prematuro
  • Ridotto sviluppo intrauterino del bambino
  • Eccessivo sviluppo intrauterino del bambino (e conseguente necessità di farlo nascere con un cesareo)

Insomma, basta una bella passeggiata di mezzora al giorno per garantirsi subito una gravidanza più in salute.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail