Seguici su

Cronaca

Adozioni nazionali: cosa dice la legge e quale iter seguire

Adottare un bambino nato in Italia è il desiderio di tante coppie, vediamo qual è l’iter burocratico da seguire

Sono tantissime le coppie che ogni anno si rendono disponibili per l’adozione di un minore nato in territorio nazionale o comunque di nazionalità italiana. Tuttavia, nonostante le ottime intenzioni, non sempre e non tutti gli aspiranti genitori adottivi vedono esaudito il loro legittimo desiderio.

Cosa dice la legge del nostro Paese – piuttosto rigida in tema di adozioni – a tal proposito, qual è l’iter da seguire e quali i requisiti necessari per poter essere inseriti in lista?

Per prima cosa, attualmente la normativa prevede che solo le coppie regolamentate sposate da almeno 3 anni (con unione civile o religiosa), o quelle che convivono da almeno 3 anni e abbiano manifestato l’intenzione di unirsi in matrimonio presto, possano adottare un minore. Questo requisito è, però, associato anche a quello dell’età del genitoriale.

Secondo la legge, infatti, non ci deve essere una differenza di età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 45 anni con il figlio o la figlia adottivi. Eventualmente, se solo uno dei due coniugi superi questo gap generazionale (ma solo di 10 anni, e non oltre), si può fare un’eccezione, purché l’altro coniuge rispetti comunque questi limiti imposti.

Altro caso in cui si possa fare un’eccezione è quello in cui esitano condizioni di grave danno per il minore. Per quanto riguarda l’iter burocratico, una volta che la coppia abbia deciso di voler adottare, deve recarsi presso il Tribunale dei Minori della zona di residenza (anche a più di un, purché segnalato), e fare domanda per essere inseriti nella lista dei “papabili” genitori adottivi.

Nella domanda si deve specificare se si è disposti ad adottare più di un bambino (ad esempio due o più fratelli) anche in caso di malattia o handicap di questi ultimi. La domanda va redatta in carta semplice, con allegati i documenti richiesti, e vale 3 anni, alla scadenza dei quali (se non si è ancora concretizzata l’adozione), si può rinnovare. I certificati da allegare alla domanda sono i seguenti:

  • Certificato di nascita degli aspiranti genitori
  • Stato di famiglia
  • Dichiarazione di assenso all’adozione dei genitori naturali o certificato di morte (in caso di decesso, naturalmente)
  • Busta paga o certificati di reddito
  • Certificato medico
  • Certificato penale dei richiedenti
  • Certificato o dichiarazione in cui i coniugi attestano di non essersi mai separati nei 3 anni precedenti

Una volta depositata la domanda, il Tribunale minorile comincia, attraverso i propri funzionari o la collaborazione degli assistenti sociali, le indagini per valutare l’idoneità degli aspiranti genitori.

Se tutto va bene e viene individuato il minore adottabile, il Tribunale sceglie la coppia più adatta ad accoglierlo, e il bambino o l’adolescente arrivano nella nuova famiglia per un periodo di “prova” chiamato di preadozione. Trascorso ancora un anno, se il minore si è ben integrato con i nuovi genitori e tutto procede per il meglio, il tribunale si pronuncia per l’adozione definitiva.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Leggi anche

ragazza universitaria ragazza universitaria
Scuola2 giorni ago

Come affrontare il trasferimento in una nuova scuola

In questo articolo forniremo qualche consiglio per affrontare al meglio il trasferimento in una nuova scuola. Affrontare il trasferimento in...

bambino studia matematica bambino studia matematica
Scuola4 giorni ago

Affrontare le difficoltà in matematica: consigli per i genitori

In questo articolo, forniremo alcuni consigli utili per aiutare i genitori ad affrontare le difficoltà in matematica dei loro figli....

bambini che giocano a calcio bambini che giocano a calcio
Scuola6 giorni ago

La gestione dell’orario extra scolastico: attività e riposo

In questo articolo, esploreremo l’importanza di una gestione equilibrata dell’orario extra scolastico. La gestione dell’orario extra scolastico è un aspetto...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola1 settimana ago

Strategie per affrontare la scuola a casa: homeschooling

In questo articolo, esploreremo alcune strategie per affrontare al meglio questa sfida. Negli ultimi anni, l’istruzione a domicilio, conosciuta anche...

bambini a scuola che litigano bambini a scuola che litigano
Scuola2 settimane ago

Strategie per gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola

Gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola può essere una sfida per molti genitori. Ecco qualche consiglio. I conflitti tra...

bambini, squadra bambini, squadra
Scuola2 settimane ago

Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra

In questo articolo esploreremo l’importanza del gioco di squadra. Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra è un aspetto...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola2 settimane ago

Preparazione per i colloqui scolastici: consigli per i bambini

La preparazione per i colloqui scolastici è un processo importante per i bambini. Ecco qualche consiglio. I colloqui scolastici sono...

ragazza legge un libro ragazza legge un libro
Scuola3 settimane ago

Consigli per mantenere l’equilibrio tra scuola e hobby

Ecco qualche consiglio per mantenere un equilibrio sano tra scuola e hobby. Mantenere un equilibrio tra scuola e hobby può...

alunni e professore realizzano un progetto pratico alunni e professore realizzano un progetto pratico
Scuola3 settimane ago

Il valore dell’apprendimento pratico: progetti e attività

In questo articolo esploreremo il valore dell’apprendimento pratico, alcuni esempi e le sfide da affrontare. L’apprendimento pratico è un’importante componente...

mani che tengono la Terra mani che tengono la Terra
Scuola3 settimane ago

Integrare l’educazione ambientale nella vita quotidiana

In questo articolo, esploreremo diverse strategie per incorporare l’educazione ambientale nella nostra routine quotidiana. L’educazione ambientale è diventata sempre più...

bambino che disegna bambino che disegna
Scuola4 settimane ago

Strategie per incoraggiare la creatività nei bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie efficaci per stimolare la creatività nei bambini. La creatività è una delle abilità più...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola4 settimane ago

Prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini

In questo articolo esploreremo alcune strategie per prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini. L’esaurimento scolastico è un problema che affligge molti...