Vacanze, prevenire lo stress da rientro anche per i bambini

Lo stress da rientro è un malessere che può colpire anche i bambini, ma ci sono alcune semplici regole per evitare loro di immalinconirsi e diventare nervosi una volta rientrati a casa dalla vacanza estiva

Lo stress da rientro dalle vacanze non colpisce a tradimento solo gli adulti che debbano tornare al lavoro e alle consuete occupazioni e incombenze quotidiane (con tutti i problemi annessi), ma purtroppo anche i bambini.

L'idea di dover tornare a scuola o all'asilo, quindi di non poter avere più tutto il tempo della giornata a disposizione per fare le attività preferite e per giocare, è già sufficientemente angoscioso per ogni bambino, anche per il più studioso e diligente.
Stress-rientro

Accanto a questo senso di oppressione, c'è anche il semplice fatto di doversi riabituare alla routine quotidiana, che produce noia, e quindi che rende il bambino apatico, insofferente e nervoso. Ma tutto questo si può prevenire in semplici modi.

Ad esempio, per quanto riguarda la scuola, si può rendere più appetibile l'idea di ricominciarla facendo un bel giro nelle cartolerie o nei centri commerciali per il consueto shopping, che include zainetti, grembiuli, e tutto il materiale indispensabile per il "back to school". Inoltre sarà bello ritrovare i compagni o conoscerne dei nuovi, questo può diventare un bel pensiero elettrizzante per i piccoli scolari.

Tutto questo senza, però, pressare il bambino con l'idea dello studio, e quindi dei compiti da fare per rimettesi in "carreggiata" prima del primo giorno di scuola. La vacanza è sacra fino all'ultimo! Semmai, una buona idea potrebbe essere quella di "entrare in clima" in modo soft visionando insieme qualche film o proponendo per la lettura estiva libri o racconti che parlano di avventure scolastiche divertenti, come il delizioso "Diario di una schiappa", ad esempio.

Un'altra cosa da fare quando si rientra da una bella vacanza, soprattutto se vissuta all'aperto (ad esempio al mere), è quella di renderlo meno "traumatico" organizzando subito qualche attività alternativa che si possa fare in città e che sia di gradimento per i più piccoli.

Una gita fuori porta alla domenica con tanto di picnic, una festicciola a tema con gli amichetti, l'organizzazione di una piccola recita familiare, una visita ai parenti un po' lontani che sia un'occasione per spostarsi e fare qualcosa di diverso... insomma sbizzarritevi.

I bambini potrebbero andare al parco o in ludoteca, cercate di informarvi se nel frattempo nel vostro quartiere o non troppo distante da voi sono stati organizzati dei laboratori o dei corsi i vario tipo per i bambini. Insomma, i piccoli non devono avere troppo tempo per annoiarsi, e il rientro a casa deve diventare piacevole e divertente anche sul fronte relax. Ma questo vale anche per gli adulti, giusto?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail