Bambini in vacanza da soli: quando accontentarli

Quando si possono mandare i bambini in vacanza da soli? Ovviamente quando sono pronti a badare a loro stessi, senza l'aiuto di mamma e papà, ma comunque sotto la supervisione di persone adulte, come nonni, zii o animatori.

Bambini in vacanza da soli

Permettere ai bambini di andare in vacanza da soli è importante per poter aumentare la loro autonomia, la loro dipendenza dai genitori. Per mamma e papà si tratta di un momento molto difficile da affrontare, perché per la prima volta il loro cucciolo sta lontano da solo. Se le vacanze con i nonni possono essere un'ottima opportunità per i nostri cuccioli, non sottovalutiamo nemmeno i campi scuola.

I bambini in vacanza da soli possono fare esperienze uniche, che con mamma e papà non potrebbero essere possibili: imparano a badare a loro stessi, imparano a prendersi cura di loro, senza che ci siano i genitori dietro ad assecondare ogni loro desiderio e ogni loro esigenza. Sicuramente si tratta di opportunità da sfruttare.

Ovviamente non dobbiamo insistere: se i bambini non vogliono andare in vacanza da soli, non c'è bisogno di obbligarli. Si tratta anche per loro di un passo molto importante, che può aiutarli ad uscire dal guscio, a superare timidezze e timori, ma se ancora non sono pronti, meglio non forzarli, altrimenti finiranno con odiare quei giorni, rendendo impossibili esperienze future analoghe. Se loro, invece, si sentono pronti e se voi avete le possibilità economiche per accontentarli, perché non farlo?

Mamma e papà, poi, possono stare tranquilli: ci sono campi scuola, centri vacanze e strutture pensate appositamente per poter accogliere i nostri bambini. Noi potremo andarli a trovare, magari, nei weekend:

Foto | da Flickr di chuckp

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail