I nuovi nati dello scorpione, le caratteristiche dei bambini di questo segno d'acqua

Introspettivi e battaglieri, i piccoli dello scorpione sono sensibili e grandi osservatori. Vediamo quali sono le loro caratteristiche principali

In analogia con il periodo dell'anno in cui vengono al mondo, ovvero l'autunno inoltrato, i bambini del segno zodiacale dello scorpione sono spesso ombrosi, introspettivi, silenziosi.

Ma non lasciatevi ingannare dalla loro parvenza tranquilla, apparentemente distaccata, in realtà questi piccoli celano una grande sensibilità, sono attenti osservatori del mondo che li circonda, e si arrovellano su tutto quello che non appare loro immediatamente chiaro e lampante.

Nuovi-nati-scorpione

I nati tra il 23 ottobre e il 21 novembre sono governati anche dal pianeta Marte, il dio della guerra, che li stimola ad assumere, spesso durante la pubertà e l'adolescenza, atteggiamenti trasgressivi, polemici e aggressivi, e a mettere alla berlina tutti i valori familiari fino a quel momento condivisi.

Questa fase della ribellione, tipica dell'età delle crescita, è particolarmente accentuata negli scorpioncini e nelle scorpioncine, che sono per natura molto diffidenti, tendono ad analizzare secondo propri criteri logici tutte le dinamiche sociali e familiari per metterne in evidenza incongruenze e le illogicità, e soprattutto fin da piccoli cercano disperatamente di raggiungere una propria autonomia, anche di pensiero.

Dotati di intelligenza acuta e di grande intuito, questi bambini hanno bisogno di grandi stimoli intellettuali, pertanto è bene avvicinarli precocemente alla lettura, fornire loro giochi "intelligenti" e manuali dei "grandi perché", e soprattutto instaurare fin dai loro primi anni di vita un dialogo fecondo.

Una caratteristica dei bimbi e delle bimbe dello scorpione è la tendenza all'introspezione. A volte appaiono timidi, altre persino "spinosi", e non si aprono facilmente, inoltre possono fare fatica a relazionarsi con i coetanei preferendo la compagnia degli adulti.

E' perciò importante osservarli molto, aiutarli ad inserirsi in gruppi di altri bambini ma senza che questo diventi un'imposizione, magari iscrivendoli a qualche corso o attività sportiva che a loro piaccia. Devono imparare infatti a non accentuare eccessivamente la loro indole riservata e solitaria, perché diversamente la grande energia vitale e il "fuoco" che hanno dentro non avrebbe modo di manifestarsi ed esprimersi, e finirebbe per ritorcersi contro di loro.

Se il bambino dello scorpione parla poco, può darsi che preferisca altri mezzi di comunicazione più creativi, come la scrittura, o la musica, e quando manifestino queste inclinazioni vanno assecondati, perché in questo modo potranno mettere i luce i loro talenti più nascosti.

Lo scorpione, poi, è un segno d'acqua, assi sensibile e dotato di memoria formidabile, perciò bisogna modulare le parole con questi bambini, evitare di fare promesse che non possono essere mantenute, e di rimproverarli troppo aspramente soprattutto senza fornire loro una spiegazione logica.

Meglio, invece, parlare con loro, senza soffocarli di coccole e di attenzioni, ma semplicemente facendo loro sentire che li comprendete, che "ci siete", che avete orecchie per ascoltare anche i loro fitti pensieri. Se si fideranno completamente di voi, allora saranno pronti a condividere il loro ricco mondo interiore, pieno di sogni, di ambizioni e di speranze.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail