La balbuzie improvvisa nei bambini, le cause e le terapie da seguire

In quali casi e perché un bambino che non ha mai sofferto di balbuzie, può manifestare improvvisamente questo disturbo? Vediamo cosa accade in loro e come ci si deve comportare

La balbuzie infantile è un disturbo del linguaggio che può insorgere in diversi momenti della vita del bambino e dell'adolescente per cause e in modi differenti.

Una prima classificazione ha a che vedere con il modo in cui la balbuzie si presenta. Essa può essere "tonica", ovvero il bambino fatica ad incominciare la frase, oppure "clonica" quando una parola o una sillaba vengono ripetute più volte.
Balbuzie-improvvisa

Questo "incepparsi" del linguaggio può manifestarsi facilmente tra i 3 e i 6 anni, e in questo caso fa parte del percorso di maturazione del bambino tanto che nella maggior parte dei casi smette di balbettare entro i sei anni di età. Quando, invece, il disturbo si manifesti più avanti, ovvero tra i sei e gli otto anni del bambino, perché in questo caso è più probabile che la balbuzie diventi cronica.

C'è, però, un altro fenomeno, meno frequente, che si può presentare nei bambini grandicelli e negli adolescenti fino ai 18 anni, e viene chiamata balbuzie improvvisa. In cosa consiste? Intanto, si tratta di un disturbo che può colpire tutti, e ha a che vedere con la sfera delle emozioni. Un trauma, uno shock emotivo intenso, un forte stress, possono innescare il fenomeno, che si manifesta in modo peculiare.

In genere il bambino o il ragazzo non ha difficoltà di linguaggio, ma quando si trova in situazioni che provocano disagio, come ad esempio il dover parlare davanti ad un pubblico o in classe davanti ai compagni e agli insegnanti, inizia a balbettare. All'origine del problema, quindi, c'è una forte componente psicologica, ma non basta il ricorso ad uno psicoterapeuta per aiutare il bambino a risolverlo.

Infatti il soggetto che balbetta deve sapere come poter superare la tendenza ad incepparsi con le parole attraverso esercizi pratici da usare nel momento del bisogno. Per questa ragione, una volta che il proprio figlio abbia manifestato balbuzie improvvisa, ci si deve muovere su più fronti.

Da un lato, senza drammatizzare o enfatizzare (soprattutto davanti a lui), il problema, è importante cercare di risalire alla possibile causa scatenante della balbuzie (ade esempio un problema in famiglia o a scuola, fenomeni di bullismo o di abusi), e ricorrere all'ausilio di bravi professionisti, come uno psicologo e un logopedista.

Gli esercizi contro la balbuzie sono abbastanza semplici, ma vanno eseguiti con costanza perché il bambino assuma il controllo del proprio apparato fonatorio e quindi è importante che il logopedista sia contattato il prima possibile. Per il resto, non crucciatevi troppo, in genere la balbuzie improvvisa regredisce senza lasciare traccia.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto via Pinterest

  • shares
  • Mail