Seguici su

Salute e benessere

La sordità neonatale, i sintomi e le cure

La sordità neonatale e l’ipoacusia, nel neonato può avere diversi gradi di gravità e diverse cause. Vediamo come si diagnostica e le terapie disponibili

La sordità del neonato, o ipoacusia, può essere congenita o acquisita, avere diversi gradi di gravità ed essere associata, o meno, a ritardo mentale.

In ogni caso, è importante effettuare una diagnosi precoce per poter iniziare subito una terapia auditiva adatta al caso. I bambini, tutti, vengono sottoposti entro il primo anno di vita ad un test dell’udito chiamato Boel test, che valuta, attraverso il comportamento e le reazioni del neonato a stimoli sonori di vario tipo, se le sue orecchie funzionano a dovere. Il bambino sordo non risponde agli stimoli, non si gira verso l’oggetto che produce il rumore (in genere campanellini), non si spaventa se si producono suoni improvvisi alle sue spalle.

Tuttavia, prima di questo esame che si esegue tra i sei e gli otto mesi del bebè, per accertare che il piccolo non abbia problemi auditivi seri, soprattutto se a rischio (è il caso dei prematuri), in molti reparti di neonatologia italiani (purtroppo non in tutti perché non è un protocollo obbligatorio), si effettua un primo test audiometrico detto “a otoemissioni“.

E’ un esame semplice e non invasivo che si esegue con uno strumento provvisto di microfono che si inserisce nell’orecchio del neonato come un termometro e rileva il suono generato dalla coclea (ossicino dell’orecchio interno) a seguito di stimoli sonori esterni.

La sordità del neonato può essere congenita, in questo caso colpisce 1 bambino ogni mille nati circa, e avare cause ereditarie o cromosomiche, oppure essersi verificata a seguito di malattie infettive contratte dalla madre in gravidanza, come la rosolia, il citomegalovirus, l’herpes virus o la toxoplasmosi.

Il neonato può infine subire un danno auricolare durante il parto, ovvero in fase perinatale, spesso per mancanza di ossigeno o ittero. Alla sordità in questi casi può essere anche associato un ritardo mentale o altre disabilità più o meno gravi. Un neonato può, però, diventare sordo o avere una riduzione anche importante della capacità auditiva (ipoacusia, a sua volta lieve o profonda), anche dopo la nascita, in genere intorno ai 3-4 mesi di vita (la fase più a rischio).

In questo a caso a provocare il deficit possono essere malattie come la meningite, ma anche parotite (orecchioni), o morbillo, ma in questi due ultimi casi si tratta di eventualità molto rare. Sempre come eventi estremamente rari, ma possibili, si segnalano casi di sordità neonatale acquisita a seguito dell’assunzione di farmaci. Quali sono le terapie disponibili per il trattamento della sordità neonatale?

In genere, se lo screening neonatale precoce ha evidenziato una sordità o una ipoacusia importante, e quindi tale da compromettere lo sviluppo futuro del linguaggio, si corregge con l’ausilio di protesi acustiche che il bambino deve abituarsi ad usare. Queste protesi vanno studiate e messe a punto dall’audiologo in base al danno del bambino.

Altra soluzione, da praticarsi nel neonato tra i 12 e i 24 mesi che sia affetto da sordità profonda bilaterale è l’inserimento di una protesi cocleare all’interno dell’orecchio, un intervento complesso che in pratica dota il piccolo paziente di una sorta di orecchio “bionico”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Leggi anche

mamma abbraccia figlia adolescente mamma abbraccia figlia adolescente
Scuola2 giorni ago

Prepararsi per le gare scolastiche: incoraggiare i bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie che possono aiutare i genitori a sostenere i propri figli nel processo di preparazione...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola4 giorni ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...

Bambina con occhiali da sole e orologio Bambina con occhiali da sole e orologio
Accessori5 giorni ago

Guida alla scelta dell’orologio perfetto per il tuo bambino: analogico o digitale?

Regalare un orologio a un bambino è un gesto ricco di significato, un vero e proprio passo verso la crescita....

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola6 giorni ago

Affrontare i problemi di linguaggio a scuola

In questo articolo esploreremo alcuni dei problemi di linguaggio e vedremo qualche consiglio per affrontarli. L’educazione è un diritto fondamentale...

bambini a lezione bambini a lezione
Scuola1 settimana ago

Strategie per migliorare la concentrazione a scuola

In questo articolo, esploreremo alcune delle strategie per migliorare la concentrazione a scuola. La concentrazione è una delle abilità fondamentali...

studentessa stressata studentessa stressata
Scuola2 settimane ago

Come gestire i malumori post-scuola

In questo articolo, esploreremo alcune strategie utili per affrontare i malumori post-scuola. I malumori post-scuola sono un fenomeno comune tra...

autostima dei bambini autostima dei bambini
Scuola2 settimane ago

Sviluppare l’autostima attraverso le attività scolastiche

Scopriamo quali sono le attività scolastiche che possono aiutare a migliorare l’autostima. L’autostima è un aspetto fondamentale per il benessere...

bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione
Scuola2 settimane ago

Parlare di diversità e inclusione con i bambini

In questo articolo forniremo alcuni consigli utili per parlare di inclusione e diversità con i bambini. Parlare di diversità e...

Bambini bici zaino scuola parco Bambini bici zaino scuola parco
Crescita dei figli2 settimane ago

I molteplici benefici della bicicletta per lo sviluppo dei bambini

L’uso della bicicletta fin dai primi anni d’infanzia ha numerosi punti di forza, purché questa attività sia gestita in modo...

adhd adhd
Scuola3 settimane ago

Supportare i bambini con ADHD a scuola

Scopriamo cos’è l’ADHD e come aiutare i bambini a cui viene diagnosticata. L’ADHD, acronimo di Attention Deficit Hyperactivity Disorder, è...

studente universitario che dorme sui libri studente universitario che dorme sui libri
Scuola4 settimane ago

L’importanza del sonno per la prestazione scolastica

In questo articolo esploreremo l’importanza del sonno per la prestazione scolastica e forniremo alcuni consigli. Il sonno è un elemento...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola4 settimane ago

Sostegno per i bambini con difficoltà di apprendimento

I bambini con difficoltà di apprendimento possono affrontare sfide uniche nel loro percorso educativo. L’apprendimento è un processo fondamentale nella...