Gravidanza precoce intrauterina, cos'è e come riconoscerla

La gravidanza normale è sempre intrauterina, perché significa che dopo il concepimento l'ovulo fecondato si sposta dalle tube all'utero, dove si annida e cresce. Vediamo come riconoscerne i sintomi

La gravidanza intrauterina è una gravidanza normale, sana, che già in fase precoce si può monitorare attraverso l'ecografia transvaginale che consente di valutare il corretto annidamento, e la posizione, dell'embrione nell'utero.

Il concepimento, infatti, ovvero la fecondazione da parte dello spermatozoo "vincente", dell'ovocita maturo, avviene nelle tube di Falloppio o salpingi, i due condotti che collegano l'utero a ciascuna ovaia.

Gravidanza-precoce-intrauterina

Non a caso le infezioni tubariche (salpingiti) che provocano ostruzione delle tube stesse, sono una delle prime cause di infertilità femminile. L'ovulo fecondato rimane nelle tube giusto pochi giorni, dai 3 ai 5, per poi "migrare" vero l'utero e ivi impiantarsi.

In qualche caso, però, questo "trasloco" non avviene, e l'embrione resta nelle tube, oppure finisce per spostarsi erroneamente nelle ovaie o, in casi rarissimi, nell'intestino. E' quello che accade in caso di gravidanza extraeuterina.

Se tutto avviene correttamente, invece, la fase precocissima della gravidanza è comunque anche quella più a rischio, perché è più facile che avvenga un aborto spontaneo di cui, a volte, la donna neppure si accorge. Nelle prime settimane di gestazione, diciamo il primo mese, infatti, non è detto che la donna si renda conto di essere rimasta incinta, e se l'embrione viene riassorbito o eliminato perché mal annidato, cosa che si manifesta con un sanguinamento appena più abbondante del normale flusso mestruale, spesso il fenomeno viene scambiato proprio per l'arrivo della mestruazione.

La gravidanza intrauterina in fase precoce dà sintomi sfumati, tra cui lo spotting da impianto, piccole perdite ematiche dovute all'annidamento dell'embrione nell'utero che provoca un piccolo sfaldamento di tessuto endometriale. Queste perdite sono minime, di colore rosato o, se ritardate, scuro, e talvolta sono associate a piccole fitte al basso ventre.

In caso di aborto precoce, però, questi dolori possono essere più forti (non sempre questo accade), e il sangue è di colore rosso vivo. Altri sintomi precoci della gravidanza sono una certa tensione del seno, che diventa più gonfio e sensibile, e la tipica nausea mattutina che in alcune donne insorge subito, soprattutto se la gravidanza è gemellare.

E' importante effettuare subito un'ecografia transvaginale in quest'epoca iniziale della gestazione, per valutare la buona salute dell'embrione e il suo radicamento nell'utero. La futura mamma che abbia avuto precedenti aborti spontanei in inizio gravidanza, o gravidanze ectopiche, dovrà stare particolarmente attenta proprio nelle prime settimane, evitando sforzi e seguendo tutti i consigli del ginecologo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail