Seguici su

Crescita

L’extrasistole fetale, quali test ce la svelano?

L’extrasistole, ovvero le alterazioni del battito cardiaco nel feto, sono comuni e in genere del tutto innocue. Vediamo come si diagnosticano

L’extrasistole fetale è una piccola anomalia del battito del cuore che nella maggior parte dei casi si rivela del tutto innocua.

In genere le aritmie, che sono proprio delle accelerazioni o rallentamenti del battito cardiaco, in fase prenatale sono destinate a risolversi con lo sviluppo completo dell’apparato cardiocircolatorio, anche se in alcuni casi possono rappresentare un sintomo di qualche cardiopatia che si può correggere anche già in utero.

Quando, durante i normali controlli ecografici, il ginecologo rileva un battito cardiaco del feto un po’ “strano”, ad esempio perdita di un battito ogni 3-5, in genere prescrive alla futura mamma un esame cardiologico specifico che si chiama ecocardiografia, che permette di analizzare in modo più preciso le condizioni del cuore del bambino, e vedere se è sano o se presenta dei difetti nello sviluppo o nella funzionalità.

L’ecocardiografia, anche disponibile in 3D, infatti, è un esame del tutto indolore e non invasivo che utilizza gli ultrasuoni per visualizzare l’anatomia del cuore, incluso quello fetale nell’utero materno, la sua morfologia e la contrattilità delle valvole. In questo modo si può controllare il muscolo cardiaco “in funzione” e rilevare ogni possibile alterazione.

Le cause dell’extrasitolia fetale possono essere le più varie dato che questo fenomeno può verificarsi in condizioni di perfetta salute cardiaca del feto, in presenza di piccoli difetti, ma può anche essere conseguenza, piuttosto, di abitudini materne (ad esempio un eccessivo consumo di bevande eccitanti).

Ad ogni modo, è importante effettuare quanto prima questo esame diagnostico quando si percepiscano alterazioni nel battito fetale, onde, eventualmente, prendere provvedimenti in tempo, se e quando necessario. In presenza di extrasistole fetale, anche se il cuore del nascituro risulta sano, è bene effettuare ecografie ogni mese per monitorare lo sviluppo dell’apparato cardiocircolatorio del bambino e controllare il battito.

Eventualmente si può ripetere anche l’ecocardiografia, perché si tratta di un esame che non comporta disagio o controindicazioni.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Leggi anche

mamma abbraccia figlia adolescente mamma abbraccia figlia adolescente
Scuola18 ore ago

Prepararsi per le gare scolastiche: incoraggiare i bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie che possono aiutare i genitori a sostenere i propri figli nel processo di preparazione...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola3 giorni ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...

Bambina con occhiali da sole e orologio Bambina con occhiali da sole e orologio
Accessori4 giorni ago

Guida alla scelta dell’orologio perfetto per il tuo bambino: analogico o digitale?

Regalare un orologio a un bambino è un gesto ricco di significato, un vero e proprio passo verso la crescita....

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola5 giorni ago

Affrontare i problemi di linguaggio a scuola

In questo articolo esploreremo alcuni dei problemi di linguaggio e vedremo qualche consiglio per affrontarli. L’educazione è un diritto fondamentale...

bambini a lezione bambini a lezione
Scuola1 settimana ago

Strategie per migliorare la concentrazione a scuola

In questo articolo, esploreremo alcune delle strategie per migliorare la concentrazione a scuola. La concentrazione è una delle abilità fondamentali...

studentessa stressata studentessa stressata
Scuola1 settimana ago

Come gestire i malumori post-scuola

In questo articolo, esploreremo alcune strategie utili per affrontare i malumori post-scuola. I malumori post-scuola sono un fenomeno comune tra...

autostima dei bambini autostima dei bambini
Scuola2 settimane ago

Sviluppare l’autostima attraverso le attività scolastiche

Scopriamo quali sono le attività scolastiche che possono aiutare a migliorare l’autostima. L’autostima è un aspetto fondamentale per il benessere...

bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione
Scuola2 settimane ago

Parlare di diversità e inclusione con i bambini

In questo articolo forniremo alcuni consigli utili per parlare di inclusione e diversità con i bambini. Parlare di diversità e...

Bambini bici zaino scuola parco Bambini bici zaino scuola parco
Crescita dei figli2 settimane ago

I molteplici benefici della bicicletta per lo sviluppo dei bambini

L’uso della bicicletta fin dai primi anni d’infanzia ha numerosi punti di forza, purché questa attività sia gestita in modo...

adhd adhd
Scuola2 settimane ago

Supportare i bambini con ADHD a scuola

Scopriamo cos’è l’ADHD e come aiutare i bambini a cui viene diagnosticata. L’ADHD, acronimo di Attention Deficit Hyperactivity Disorder, è...

studente universitario che dorme sui libri studente universitario che dorme sui libri
Scuola3 settimane ago

L’importanza del sonno per la prestazione scolastica

In questo articolo esploreremo l’importanza del sonno per la prestazione scolastica e forniremo alcuni consigli. Il sonno è un elemento...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola4 settimane ago

Sostegno per i bambini con difficoltà di apprendimento

I bambini con difficoltà di apprendimento possono affrontare sfide uniche nel loro percorso educativo. L’apprendimento è un processo fondamentale nella...