I disturbi dell'umore nel bambino, quando preoccuparsi?

Molti bambini nell'età della crescita manifestano sbalzi d'umore repentini o episodi di angoscia o tristezza, ma quando questi malesseri sono spia di un disagio più profondo? Ecco come riconoscere i segnali

I disturbi dell'umore nei bambini sono manifestazioni di disagio e squilibrio psichico che possono avere diverse cause, sia ambientali che neurobiologiche. Il più comune è senza dubbio la depressione infantile, che può associarsi anche al disturbo dell'ansia, ma che ha caratteristiche proprie differenti anche rispetto alla depressione dell'adulto.

E' importante distinguere, nei propri figli, normali e passeggere anomalie dell'umore, che sono tipiche dell'età della crescita e della pubertà (in questo secondo caso sono legate in buona parte alle modifiche ormonali), che possono semplicemente essere una manifestazione della loro personalità, da disagi più profondi.

Disturbi-umore-bambini

La depressione infantile, ad esempio, si manifesta con i seguenti e variegati sintomi (che devono essere presenti in un buon numero e soprattutto per tempi prolungati, per permettere una diagnosi):


  • Irritabilità
  • Tristezza
  • Isolamento
  • Disturbi del comportamento (tra cui iperattività e aggressività)
  • Difficoltà di concentrazione (ad esempio in classe il bambino sembra avere sempre la mente "altrove")
  • Disturbi del sonno con episodi reiterati di insonnia o ipersonnia
  • Calo del rendimento scolastico e insofferenza nei confronti della scuola
  • Disturbi alimentari come inappetenza o iperfagia (fame compulsiva)
  • Apatia
  • Incubi notturni
  • Nei primi anni di vita una forma depressiva può portare ad un blocco della crescita e ad un ritardo nello sviluppo psicomotorio
  • Disturbi psicosomatici tra cui dermatiti e mal di stomaco con nausea e vomito frequenti
  • Angoscia
  • Fobie irrazionali e immotivate, talvolta improvvise

Non bisogna mai sottovalutare simili segnali, soprattutto se continuativi, nei bambini, perché possono protrarsi per anni e portare a drammatici epiloghi in età adolescenziale, come il ricorso alle droghe, l'autolesionismo e persino tentativi di suicidio.

In questi casi urge il ricorso ad un aiuto professionale. Neurologi, neuropsichiatri infantili e psicologi sono le figure di riferimento che possono risalire alle cause del disturbo dell'umore nel bambino e aiutarlo a risolverlo o a gestirlo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail