Gravidanza, il vaccino antinfluenzale è sempre consigliato?

Il Ministero della Salute e l'OMS consigliano alle donne in gravidanza di sottoporsi al vaccino antinfluenzale, ma davvero è necessaria questa immunizzazione? Scopriamolo

Il Ministero della Salute e l'OMS considerano il vaccino antinfluenzale in gravidanza un ottimo sistema preventivo utile ad evitare complicanze derivanti dal contagio dell'infezione virale per la futura mamma e per il feto, ed efficace nel fornire a quest'ultimo una quota di immunizzazione che gli sarà utile nei primi mesi di vita. Non sempre e non i tutti i periodi della gestazione, però, sottoporsi alla vaccinazione è consigliabile.

Vaccino-antinfluenzale-gravidanza

In linea di massima, una futura mamma in buona salute può naturalmente evitare di vaccinarsi (è del tutto libera di farlo), ma nel caso decidesse di sottoporvisi, dovrebbe farlo nel secondo e nel terzo trimestre, perché durante i primi tre mesi, nonostante non esistano evidenze circa una incompatibilità tra il vaccino e le prime fasi dello sviluppo fetale, a titolo prudenziale i ginecologi preferiscono far attendere le loro pazienti gravide.

Successivamente, l'immunizzazione è gratuita e si può effettuare presso la propria Asl di riferimento o dal proprio medico di base. Se, per le future mamme senza problemi di salute e con gravidanza regolare la scelta di vaccinarsi o meno contro l'influenza stagionale è del tutto facoltativa, ci sono delle condizioni per le quali, invece, l'immunizzazione è caldamente raccomandata, e sono le seguenti:


  • Malattie croniche debilitanti a carico di cuore, reni o fegato
  • Malattie del sangue e anemie emolitiche
  • Diabete a altre patologie metaboliche
  • Malattie che provocano malassorbimento intestinale (ad esempio celiachia, morbo di Crhon)
  • Malattie cogenti o acquisite
  • Fibrosi cistica

In presenza di queste condizioni morbose pregresse, è importante che la futura mamma si protegga dai rischi di un'eventuale influenza, che in questi casi potrebbe degenerare in complicanze anche gravi, e vaccinarsi. Per quanto riguarda la copertura dai virus influenzali del 2014-15, il periodo migliore per vaccinarsi va da ottobre ai primi di dicembre.

In ogni caso il consiglio è quello di affidarsi alle indicazioni del proprio ginecologo, al quale chiedere chiarimenti per togliersi ogni dubbio sugli eventuali rischi e conseguenze della vaccinazione. In ogni caso l'immunizzazione non è controindicata neppure durante l'allattamento.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail