Pidocchi, la prevenzione efficace contro le uova

I pidocchi sono minuscoli parassiti che proliferano sulla cute e sui capelli di adulti e bambini. Come difendere i più piccoli da questa fastidiosa infestazione? Ecco i consigli per la prevenzione

Le epidemie di pidocchi a scuola e negli asili non sono rare, basta un solo bambino che sia stato "infestato" dai minuscoli parassiti, perché presto si diffondano in tutte, o quasi, le altre testoline.

I piccoli, che giocando e stando a diretto contatto si trasmettono facilmente i pidocchi l'uno con l'altro, sono infatti le vittime preferite dai parassiti, che proliferano sulla loro cute, soprattutto nelle zone più ricche di ghiandole sebacee del cuoio capelluto (nuca e zona dietro le orecchie), deponendo le loro minuscole uova chiamate lendini.

Prevenire-pidocchi

Per prevenire il contagio, quindi, una volta che si sappia che a scuola o in uno degli ambienti frequentati dai nostri cuccioli ci sono stati casi di pidocchi, bisogna agire con misure igieniche specifiche e tanta pazienza. Ogni giorno si devono passare al setaccio i capelli dei piccoli (non occorre tagliarli cortissimi come si faceva un tempo!), usando un pettinino a denti fittissimi che trovate in farmacia proprio a tale scopo.

Ogni porzione di cute va accuratamente controllata, pertanto dovrete suddividere i capelli del bambino in ciocche senza tralasciare nessuna zona della testa, perché le uova potrebbero annidarsi dovunque. Il pettinino porta via sia i lendini che eventuali pidocchi morti. E' importante, poi, stare molto attenti all'igiene. I pidocchi si trasmettono per contatto diretto non solo delle teste, ma anche di indumenti, lenzuola, asciugami, spazzole eccetera.

Pertanto attenzione e disinfettare tutto e invitate i bimbi, quando ci siano infestazioni a scuola, a non avere contatti diretti con gli altri bambini e con le loro cose almeno per un pochino, finché l'allarme non sia cessato. Lavare i capelli con una soluzione di acqua e aceto è altresì un buon sistema di prevenzione contro i parassiti e le loro uova.

Ad ogni modo, se proprio qualche pidocchio dovesse aver colonizzato la testa del bambino non preoccupatevi, anche perché sono innocui, danno solo un gran prurito. In farmacia trovate ottimi prodotti antiparassitari, ad esempio a base di piretrine (sintetiche o naturali), da adoperare fino a completa disinfestazione della cute del bambino.

Se ci rendiamo conto che nostro figlio ha i pidocchi, è necessario tenerlo a casa per evitare di diffondere il contagio e procedere ai trattamenti antiparassitari. Sarà poi il pediatra a stabilire se e quando il bambino può essere riammesso a scuola.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail