Arti marziali per bambini, quali sono e a che età iniziare

Karate, judo, taekwondo, sono davvero tante le arti marziali che anche i bambini possono praticare traendone grande beneficio. Scopriamole tutte e vediamo qual è l'età migliore per cominciare

Tra gli sport per l'infanzia le arti marziali sono tra quelli più apprezzati e praticati sia dai maschietti che dalla femminucce. Ci riferiamo a karate, judo, taekwondo, Ju-jitsu eccetera, discipline che conferiscono ai nostri piccoli forza fisica, equilibrio, capacità di controllo e di concentrazione, disciplina.

Ci sono tanti ottimi motivi per considerare soprattutto judo e karate (le due arti marziali più diffuse, amate e "collaudate"), come attività sportive adatte ai nostri bambini.

Arti-marziali

Intanto, si possono cominciare in età molto precoce con corsi propedeutici, addirittura in fase prescolare (dai 4-5 anni in avanti), ma non esistono limiti particolari di età per cui anche i bimbi più grandicelli, dai 10 anni in avanti, possono iscriversi ad un qualunque corso di arti marziali senza difficoltà, anche se non l'hanno mai praticata prima.

A cosa e a chi servono gli esercizi e gli allenamenti sul tatami? Ebbene, intanto ai bambini con scarsa autostima, fragili e con tendenza alla perdita del controllo, perché gli esercizi che vengono insegnati per poter effettuare i combattimenti prevedono precisione, prontezza di riflessi, sicurezza e calma.

Imparando a gestire a dosare la propria forza in modo da atterrare l'avversario ma senza fargli male, il bambino acquisisce anche equilibrio e impara a rispettare l'altro, questo anche grazie al rituale specifico delle arti marziali che è sempre molto cerimonioso.

I bimbi aggressivi, ad esempio, possono trarre grande giovamento dalla pratica delle arti marziali, che permetteranno loro di veicolare l'energia e la rabbia. Ma anche i bimbi timidi e insicuri acquisteranno autonomia e fiducia in se stessi.

Dal punto di vista fisico, poi, le altri marziali garantiscono uno sviluppo molto armonioso ed equilibrato perché si lavora a corpo libero su tutte le fasce muscolari. Le articolazioni di braccia e gambe, ma anche del bacino, diventano molto flessibili, la colonna vertebrale elastica e la postura perfetta.

Inoltre i bimbi che praticano karate&co saranno senza dubbio più forti fisicamente e più coordinati, più calmi e controllati. Nel combattimento, in regime di totale sicurezza, i bimbi possono anche sfogare energie o sentimenti negativi repressi, e questo giova anche alla loro psiche. Tutte ottime ragioni per iscrivere i nostri bimbi ad un corso di arti marziali (e saremo più tranquilli anche noi, sapendo che, in caso di necessità, sapranno come difendersi).

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail