Seguici su

Educazione

Mamme da legare: Alzare la voce col bimbo è controproducente, ma può capitare

Sono fermamente convinta che i famosi “due scappellotti” ai figli non servano a nulla.

Cosa mi dà questa convinzione? I miei ricordi: sebbene non possa dire di “averle prese” spesso dai miei genitori, quelle rare volte che accadeva lo schiaffo otteneva esattamente l’effetto contrario, facendomi innervosire e portandomi ad avere quasi un atteggiamento di sfida. Al contrario, se ne combinavo una delle mie e mia madre mi parlava con lo sguardo serio e guardandomi fisso negli occhi, mi sentivo piccola piccola dinnanzi al mio sbaglio. Caso a parte con mio padre: avete presente il film “La scuola”, in cui Fabrizio Bentivoglio spiegava il famoso “sguardo” in grado di riportare l’ordine in classe? Ecco, a mio padre bastava fare “lo sguardo”, senza dover nemmeno ricorrere alla parola.

Col passare degli anni mi sono resa conto che, in realtà, i genitori spesso ricorrono allo schiaffo più che altro quando sono spaventati: un figlio piccolo in piedi su una finestra e cose del genere sono in genere sufficienti a far scattare la punizione corporale. Qualcuno dice che serva: mah… Io sono abituata ai gatti: se li rimprovero per non farli salire sul piano della cucina, loro non lo fanno. Finché non volto le spalle, almeno. E così molti dei miei amici, da piccola: bambini modello in presenza dei genitori, piccoli esploratori scatenati una volta soli.

Ma c’è qualcosa che coinvolge noi tutti, anche quelli più contrari ai cari metodi educativi ottocenteschi: alzare la voce. Purtroppo capita, perché è una reazione dettata dalla stanchezza, il nemico peggiore di ogni genitore. Tuo figlio cerca ripetutamente di salire sul tavolo, o di correre sfrenato per casa e tu, alla fine, cedi. Dopo il decimo “tesoro, così puoi farti male” parte l’urlo. Il risultato? Con mia figlia, nessuno. L’unica cosa che ottengo è di spaventarla o di venire completamente ignorata. Il primo caso è terribile, una di quelle reazioni che ti spezzano il cuore; il secondo risultato è frustrante, e ti fa rivalutare in un attimo i tuoi genitori, pensando: “ma come hanno fatto? Adesso chiamo mia madre e le chiedo scusa per tutto”.

Certo, molto dipende dal carattere e dall’età del bimbo: è inutile ragionare con un bambino di un anno, è inutile chiedergli “perché lo fai?”. L’unico modo che ho per distogliere mia figlia da un atteggiamento o un’azione è fornirle subito qualcosa da fare in sostituzione. Alla ventesima volta che la recupero sul tavolo da pranzo, si scoccia e passa ad altro. Una volta le ho dato una scappellotto poco convinto sul sedere, perché oltre a salire aveva cominciato a saltare: mai più. E non perché sia scoppiata il lacrime, ma perché è scoppiata a ridere pensando fosse un nuovo gioco. Avrei dovuto darglielo più forte? Ma figuriamoci! Se gliele do a un anno e mezzo, a sedici che faccio? La sua reazione mi ha “educata” molto più di qualsiasi pianto.

Altro discorso quando alzo la voce: la reazione è meno divertita, ma il livello educativo è pure più basso. La bambina si spaventa, e io vorrei essere inghiottita dal pavimento. So benissimo che urlare serve solo a me come sfogo temporaneo, e il rischio è che la bambina pensi che urlare sia una cosa naturale. Allora mi mordo la lingua, caccio indietro l’urlo e dico: “amore, così non va”. E mi viene subito l’istinto di correre a farmi fare un tatuaggio: “Mamma perdonami”.

Foto | Flickr

Leggi anche

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola6 ore ago

Affrontare i problemi di linguaggio a scuola

In questo articolo esploreremo alcuni dei problemi di linguaggio e vedremo qualche consiglio per affrontarli. L’educazione è un diritto fondamentale...

bambini a lezione bambini a lezione
Scuola3 giorni ago

Strategie per migliorare la concentrazione a scuola

In questo articolo, esploreremo alcune delle strategie per migliorare la concentrazione a scuola. La concentrazione è una delle abilità fondamentali...

studentessa stressata studentessa stressata
Scuola5 giorni ago

Come gestire i malumori post-scuola

In questo articolo, esploreremo alcune strategie utili per affrontare i malumori post-scuola. I malumori post-scuola sono un fenomeno comune tra...

autostima dei bambini autostima dei bambini
Scuola1 settimana ago

Sviluppare l’autostima attraverso le attività scolastiche

Scopriamo quali sono le attività scolastiche che possono aiutare a migliorare l’autostima. L’autostima è un aspetto fondamentale per il benessere...

bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione
Scuola1 settimana ago

Parlare di diversità e inclusione con i bambini

In questo articolo forniremo alcuni consigli utili per parlare di inclusione e diversità con i bambini. Parlare di diversità e...

Bambini bici zaino scuola parco Bambini bici zaino scuola parco
Crescita dei figli2 settimane ago

I molteplici benefici della bicicletta per lo sviluppo dei bambini

L’uso della bicicletta fin dai primi anni d’infanzia ha numerosi punti di forza, purché questa attività sia gestita in modo...

adhd adhd
Scuola2 settimane ago

Supportare i bambini con ADHD a scuola

Scopriamo cos’è l’ADHD e come aiutare i bambini a cui viene diagnosticata. L’ADHD, acronimo di Attention Deficit Hyperactivity Disorder, è...

studente universitario che dorme sui libri studente universitario che dorme sui libri
Scuola3 settimane ago

L’importanza del sonno per la prestazione scolastica

In questo articolo esploreremo l’importanza del sonno per la prestazione scolastica e forniremo alcuni consigli. Il sonno è un elemento...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola3 settimane ago

Sostegno per i bambini con difficoltà di apprendimento

I bambini con difficoltà di apprendimento possono affrontare sfide uniche nel loro percorso educativo. L’apprendimento è un processo fondamentale nella...

bambino e mamma che compilano il calendario bambino e mamma che compilano il calendario
Scuola3 settimane ago

Insegnare ai bambini l’importanza della puntualità e dell’organizzazione

La puntualità e l’organizzazione sono due abilità importanti, ecco qualche consiglio per insegnarle ai bambini. Insegnare ai bambini l’importanza della...

scuola bambini computer lezione scuola bambini computer lezione
Scuola4 settimane ago

La sicurezza online per i bambini a scuola

Scopriamo a quali rischi online sono esposti i bambini e quali azioni adottare a riguardo. La sicurezza online per i...

seggiolino bambino auto seggiolino bambino auto
Cronaca4 settimane ago

Acquisto di attrezzature per bambini di seconda mano

Entrare nel mondo dei genitori significa conoscere l’importanza di risparmiare e di prendersi cura dell’ambiente. Acquistare attrezzature per bambini di...