Separazione dei genitori, l'aiuto per i figli arriva dalla psicologia infantile

Quando mamma e papà si separano i bambini subiscono un trauma che devono essere aiutati a superare. Ecco come la psicologia infantile può dare una mano ai piccoli a capire e metabolizzare ciò che accade alla loro famiglia

Per un bambino affrontare la separazione dei suoi genitori è molto doloroso. Non c'è infatti nulla che lo destabilizzi di più del vedere all'improvviso un papà o una mamma che vanno via e la propria famiglia che si divide, perché questo comporta la perdita dei punti fermi, dei pilastri che hanno reso stabile l'esistenza del bambino.

E' chiaro, quindi, che per attutire l'impatto traumatico della separazione è necessario che i genitori siano tanto intelligenti e maturi da collaborare affinché i figli ne risentano il meno possibile e soprattutto non si colpevolizzino e non si chiudano in loro stessi.

Psicologia-infantile-separazione

In casi come questi può essere molto utile per le mamme e i papà che hanno preso la decisione di separarsi, rivolgersi ad uno psicologo infantile. Infatti un professionista che conosca bene le implicazioni emotive e psicologiche che questo evento produce nei bambini di diverse età, potrà fornire ai genitori anche tanti consigli su come gestire questa fase.

Ad esempio lo psicologo potrebbe suggerire alla coppia di spiegare insieme in modo calmo e sereno ai proprio figli cosa sta succedendo e succederà alla loro famiglia, e perché mamma e papà non possono più stare insieme, chiarendo come prima cosa che questa decisione non ha nulla a che vedere con loro e che entrambi continueranno ad amarli e seguirli esattamente come prima.

Il bambino non deve mai essere coinvolto nei dissidi della coppia, non deve mai essere costretto a scegliere a chi volere più bene (mentre se ha l'età giusta potrà decidere con quale genitore vivere anche per ragioni pratiche), pertanto anche se i genitori non si separano in modo consensuale ma permangono tra di loro sentimenti di rabbia, questi non dovrebbero mai essere manifestati davanti al bambino.

E' chiaro che comunque i figli assorbono le tensioni tra coniugi che si generano durante una separazione, non ci si può far nulla, ma è importante che abbiano la sicurezza di non essere loro la causa della decisione presa dai genitori, e soprattutto che non perderanno mai l'amore di nessuno dei due.

Ci vuole molta maturità, da parte della coppia, per gestire la separazione in modo civile e sereno quando ci sono i figli ma è una cosa che va assolutamente fatta per preservare l'equilibrio e la stabilità dei piccoli. Ecco perché, prima di mettere i figli davanti al fatto compiuto, è meglio avvalersi di un consulto psicologico professionale per sapere come muoversi in questi casi e quali sono le tappe giuste da seguire.

Se i genitori avranno come obiettivo primario il bene dei figli, anche un trauma come la separazione potrà essere vissuto dai bambini come un'esperienza dolorosa ma formativa.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail