Organizzare i lavori domestici quando i bambini non sono a scuola non è certamente facile. Quando sono a scuola possiamo portarci avanti con il lavoro, ma quando la scuola è chiusa, i bambini sono malati o se i piccoli non vanno ancora all’asilo o a scuola, dobbiamo cercare un modo per riuscire a fare tutto in maniera tranquilla e sicura.

Se farci aiutare dai bambini nelle pulizie di casa è di fondamentale importanza, per spiegare loro che ognuno ha i suoi compiti tra le mura domestiche in base ad età e competenze, è altrettanto vero che dobbiamo cercare di fare in loro presenza o con loro lavori che sono alla portata anche dei più piccoli, lavori domestici di “ordinaria amministrazione”, semplici e sicuri anche per i più piccini.

In loro presenza, evitiamo di fare tutti quei lavori domestici che potrebbero essere pericolosi, come ad esempio tirare fuori la scala e pulire i lampadari o dare una sistemata ai balconi. Possiamo però farci aiutare a passare l’aspirapolvere, spolverare, passare lo straccio per terra: di solito i piccoli adorano darci una mano. Dotiamoli di strumenti tutti loro: piccole scope, straccetti senza detersivi, così ci daranno una mano.

Cerchiamo di organizzare bene i tempi, magari creando un cartellone che spieghi cosa fare a ogni ora e promettendo, ovviamente, che quando tutto sarà in ordine potremo dedicarci tutti insieme ad un bel gioco. Un premio per averci aiutato nelle faccende domestiche spetta anche ai più piccoli.

Foto | da Flickr di jonolist

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Scuola Leggi tutto