Chi di voi, mamme e papà, si ricorda le proprie paure di bambini? Sicuramente dovreste frugare nella memoria con una certa difficoltà, perché, a meno di eccezioni legate a traumi specifici, una caratteristica delle fobie infantili è quella di venire completamente superate e dimenticate una volta cresciuti.

Si tratta, quindi, di una normale tappa di crescita in età pediatrica, che ogni bambino attraversa e da cui ogni bambino è in grado di uscire ala grande. Elaborare e dare un senso alle paure più comuni è infatti un processo naturale che però necessita dell’aiuto dei genitori, che devono innanzi tutto comprendere che i terrori dei loro piccoli sono reali e fonte di grande angoscia nel momento in cui emergono, perciò mai sottovalutarle o minimizzarle.

Vediamo, intanto, quali sono le paure più comuni dei bambini e poi vediamo come aiutarli a superale da soli:

  • Animali (dai cani ai ragni passando per bestie esotiche che i bimbi non hanno ai visto dal vivo ma che popolano i loro incubi)
  • Buio (è legato alla fobie dei mostri, dell'”uomo nero”, del soprannaturale)
  • Fenomeni naturali, soprattutto i temporali (per la loro qualità “esplosiva” e incontrollabile)
  • Fobie sociali (di stare in mezzo alla folla, o con latri bambini, paura del telefono o di interagire con adulti che non siano i genitori)
  • Medico e dentista

Come si possono aiutare i bimbi alle prese con queste comuni fobie a superarle ? La psicologia infantile ci offre molti strumenti in tal senso. Le paure vanno sempre riconosciute e affrontate, pertanto si moduleranno le diverse strategie a seconda di come e quando si presentino.

Mezzi molto efficaci per neutralizzarle sono i libri (ad esempio le fiabe e i racconti che parlano di fantasmi, orchi o altre figure spaventose che bambini coraggiosi riescono a distruggere), le tecniche di immaginazione creativa (si insegna al bambino come visualizzare la propria paura per darle una forma specifica e poi lo si guida alla creazione di un eroe che la possa liquidare), e semplici strumenti come le lucine della buona notte da accendere in cameretta.

La fantasia è il mezzo migliore che il bimbo possiede per vincere le fobie del soprannaturale, mentre per quanto riguarda le paure delle persone o degli animali si dovrà procedere per gradi creando situazioni congeniali a che si instauri un contatto non traumatico ma “felice”. Pian piano il bimbo si abituerà ad ogni situazione, si renderà conto che non comporta rischi per lui o per i suoi genitori, e si rasserenerà.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto