Come aiutare un bambino insicuro a vincere la timidezza

Un bambino insicuro ha bisogno di essere incoraggiato da mamma e papà. Ecco quindi come si combatte la timidezza del proprio figlio.

Un bambino insicuro è sicuramente un bambino timido, che ha bisogno di mamma e papà per affrontare qualsiasi difficoltà. Non deve essere questo problema un’ossessione per i genitori, fa parte del carattere e crescendo sicuramente riuscirà a gestire meglio quest’aspetto. Come lo si può aiutare? Sicuramente incoraggiandolo. È davvero molto importante dare al piccolino una flebo di energia e positività.

timidezza

Se vi accorgete di questa timidezza, che probabilmente riguarderà il piccolo fin dai primi anni, cercate di motivarlo: ogni successo, anche piccolino (come mangiare tutta la pappa), deve essere premiato. In che modo? Ovviamente a voce. Sei stato bravissimo, che forza, sei un ometto e via così. È molto importante che senta l’approvazione, anche se a volte i risultati sono scarsi, perché non deve aver la tentazione di abbandonare.

In questo senso lo sport e la musica sono due palestre di vita importantissime. Un’attività sportiva possibilmente di gruppo lo aiuterà a interagire con gli altri in modo estremamente positivo. Si confronterà con gli altri bimbi, capendo che tutti hanno più o meno talento, imparerà che con lo studio e l’allenamento si possono ottenere ottimi miglioramenti. Ciò vale anche per la musica: la timidezza si combatte suonando. Un altro esercizio che può cambiare la vita è il teatro: insegna a gestire la timidezza, a indossare una maschera, a parlare in pubblico ed è anche divertente.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail