Per combattere la placca, passare il filo interdentale è davvero molto importante. È un’abitudine che va presa fin da bambini, anche perché diventa molto complicato correggere questo genere di negligenza. A che età possono iniziare a usarlo? Il filo va passato appena i denti spuntano uno accanto all’altro, anche perché è molto difficile che lo spazzolino riesca a rimuovere lo sporco in fessure molto sottili.

Inizialmente sarà la mamma a passarlo o ad aiutare il piccolino a passarlo correttamente senza creare piccoli traumi alle gengive. Dopo i 6-7 anni di età, ossia dopo che hanno imparato una certa manualità, i bambini possono usare il filo interdentale in maniera indipendente. Il filo va passato almeno una volta al giorno, possibilmente la sera prima di andare a nanna.

È molto importante che l’igiene orale sia una prassi quotidiana che il bambino impari a far sua fin da piccolino, quando ha i denti da latte, perché anche questi sono suscettibili a sviluppare carie. Il primo step quindi sarà quello di pulire le gengive con una piccola garza umida dopo ogni pasto. Tra i 4 mesi e i 12 mesi, spunteranno i primi dentini, di solito gli incisivi superiori o inferiori: a questo punto il bimbo potrà incominciare a spazzolarli. Esistono dei prodotti appositi, da mordicchiare. Il bambino si rifiuta di collaborare? Ci vuole tanta pazienza. Insistete un po’ alla volta. Magari inventatevi qualche giochino.

Via | Ildentista

Foto | Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Salute Leggi tutto