Le proprietà della farina di tapioca nello svezzamento

Scopriamo perché scegliere la farina di tapioca per le prime pappe del bebè durante lo svezzamento

Quando le mamme iniziano a svezzare i loro bambini e a proporre loro le prime pappe, si "imbattono" in un prodotto in effetti poco noto che viene consigliato dai pediatri: la farina di tapioca. Durante la prima fase dello svezzamento, infatti, dopo la frutta e insieme ai primi brodini di verdure, ai bimbi vengono proposte le creme di cereali, a base di farine prive di glutine (almeno inizialmente), per evitare possibili intolleranze e allergie. Per tale ragione si comincia con la farina di riso, di mais e di tapioca, mentre le farine di frumento verranno proposte dopo i 7-8 mesi di età. Ergo, la farina di tapioca.

Tapioca

Di che prodotto si tratta e perché è così indicato per i bebè fin dallo svezzamento a 4 mesi? Intanto, qualche informazione sull'origine di questa farina. La tapioca deriva da una particolare lavorazione a cui viene sottoposta la manioca (o yucca), un tubero simile alla patata, ricco di amidi, che è originario dell'America centrale ma che viene coltivato sia in Asia che in Africa. Da questo tubero si ricava la fecola, che dopo esser stata bagnata viene sottoposta ad un processo di essiccazione e di macinatura.

La tapioca, quindi, è il prodotto più raffinato della manioca. Questo significa che le proprietà nutrizionali del prodotto sono minime, tuttavia risulta molto digeribile, è un ottimo addensante e si può associare ad altre farine, come quella di mais, per preparare le prime pappe dei bebè arricchite con l'omogeneizzato di carne, i legumi e i brodini di carne e verdure.

La farina di tapioca può continuare ad essere tranquillamente usata per in cucina, ad esempio per preparare prodotti da forno o per le impanature, e proposta ai bambini che soffrano di celiachia (intolleranza permanente al glutine), perché non contenendo questa proteina non produce in loro gli effetti dannosi della farina di grano.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail