Giorni più fertili e meno fertili, i sintomi da conoscere

Giorni più fertili e meno fertili, ecco quali sono i sintomi dei giorni nei quali abbiamo maggiori possibilità di rimanere in dolce attesa. I segnali sono tanti, l'importante è conoscere il proprio corpo.

Giorni più fertili e meno fertili, come riconoscerli? I giorni fertili del ciclo femminile sono quelli più prossimi all'ovulazione, momento nel quale abbiamo le maggiori chance di poter rimanere in dolce attesa. Ma come riconoscere i giorni più fertili? Sicuramente conoscendo il nostro ciclo femminile, che può essere diverso da donna a donna.

L'ovulazione di solito avviene al 14esimo giorno del ciclo, in un ciclo di 28 giorni, ma ci sono donne con cicli più lunghi e donne con cicli più corti, quindi meglio conoscere il proprio corpo e il proprio ciclo.

Inoltre, esistono tantissimi sintomi dei giorni più fertili: a ridosso dell'ovulazione possiamo notare sintomi come ad esempio dolore addominale, dolore e tensione al seno, capezzoli doloranti, dolore alla schiena, sintomi spesso simili a quelli della sindrome premestruale.

Nei giorni più fertili, la temperatura basale è più alta, mentre il muco cervicale cambia di colore e di consistenza. Tenere sotto controllo la temperatura basale può aiutarci a capire quando ci stiamo avvicinando all'ovulazione, così come controllare il muco può essere un valido strumento: nei giorni più fertili appare più consistente, più filamentoso, come fosse l'albume dell'uovo.

Esistono in commercio anche dei kit per valutare i segnali che il corpo ci manda nei giorni più fertili, per essere sicure che il momento si sta avvicinando e per capire quando abbiamo maggiori chance di rimanere in dolce attesa.

Giorni più fertili e meno fertili

Foto | da Flickr di lsuchick142

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail