I valori di riferimento del beta estradiolo in gravidanza

Il beta estradiolo è uno degli ormoni estrogeni femminili che regola il ciclo ovulatorio della donna. Vediamo i valori di riferimento in gravidanza



Il beta estradiolo (17-beta-estradiolo o E2) è uno degli ormoni estrogeni femminili che regolano la fertilità della donna e che quindi si dimostrano cruciali anche nel favorire la gravidanza.

Come sappiamo, infatti, tutto il ciclo ovulatorio femminile viene "gestito" dagli ormoni, prodotti dalle ghiandole endocrine (surreni e ipofisi) e dalle ovaie, e pertanto bastano anche piccole alterazione per scombinare questo delicato meccanismo biologico che funziona proprio come un orologio.

Beta-estradiolo-gravidanza

Gli estrogeni in particolare sono tre ormoni - beta estradiolo, estrone e estriolo - secreti soprattutto dalle ovaie durante la fase follicolare e durante l'ovulazione, e il loro compito è quello di stimolare un po' tutti gli organi riproduttivi della donna, ovvero ovaie utero e mammelle, ma anche di agire sul cuore e sulla circolazione (che vengono "protetti"), sulla pelle, sul fegato e sul sistema nervoso.

Un complesso meccanismo di reazioni biologiche che nel loro insieme preservano la salute e la fertilità della donna permettendole di concepire. Livelli troppo alti di estrogeni nel sangue di una donna in età fertile possono indicare qualche disfunzione endocrina, eccesso di stress o anche tumori.

Il beta estradiolo ad esempio, in condizioni ottimali, aumenta solo in fase follicolare (man mano che gli ovociti maturano nell'ovaia), e nei dosaggi ormonali pre gravidanza si misura sempre tra il 3° e il 5° giorno del ciclo.

Durante il picco ovulatorio nella massima maturazione follicolare che precede l'espulsione dell'ovocita maturo, il valore medio del beta-estradiolo è di 200 pg/ml per ciascun follicolo. In genere quando poi si arriva al concepimento e quindi inizia una gravidanza, i livelli degli ormoni estrogeni aumentano, perché essi sono responsabili delle reazioni biologiche che permettono l'annidamento dell'embrione nell'utero e quindi il buon prosieguo ella gestazione stessa.

Quanto al beta estradiolo, esso non viene ora prodotto dalle sole ovaie, ma in parte anche dalla placenta, pertanto i suoi valori diventano molto più elevati di quelli di una donna non incinta. Ecco i parametri di riferimento di questo ormone durante la gravidanza:


  • Primo trimestre: 100 - 5600 pg/ml
  • Secondo trimestre: 800 - 16600 pg/ml
  • Terzo trimestre: 4100 - 29900 pg/ml

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail