I cuscini adatti al neonato e anti soffocamento

Quali sono i cuscini adatti ai neonati e sono davvero utili? Ecco i consigli di Blogo sull’uso discutibile di questo accessorio.

Nei primi anni di vita, il bambino non dovrebbe usare il cuscino. Il neonato, soprattutto, dovrebbe dormire con il pancino verso l’alto e appoggiando direttamente la testa sul materasso, che è importante che sia un po’ rigido. Come mai? Queste sono le indicazioni per evitare quella che viene chiamata Sindrome della morte in culla, inoltre, un altro problema è il rischio soffocamento. Il piccolino potrebbe non essere in grado di muoversi e quindi di evitare il cuscino accidentalmente sulla faccia.

babymoov

Esistono però dei prodotti studiati appositamente per i piccolini. Se il vostro cucciolo è arrivato a casa con la testolina un po’ schiacciata, dovuta al parto, alla posizione nel pancione, ma anche al fatto che dormendo a pancia in su tende a comprimere un punto preciso, potrebbe aiutare un cuscino apposita. Sono dei supporti in lattice traforato, tondi di solito, che hanno al centro una sorta di buchino (stile ciambella). Questo serve per mantenere la testa in asse correttamente e soprattutto evitare lo schiacciamento.

Per esempio, il primi mesi Lovenest della Babymoov sostiene in modo equilibrato e sicuro, la posizione supina del bambino durante il riposo, permettendo la libertà di movimento ed è indicato anche in caso di plagiocefalia posturale e brachicefalia (testa piatta). Dello stesso genere anche il Bo Jungle B-Cosy cuscino anti-plagiocefalia, che nella forma ricorda un orsetto. È molto interessante anche il modello della Jané, realizzato un materiale chiamato viscoelastico, che si adatta perfettamente alla testina del bambino, favorendo un riposo confortevole. Ha due conformazioni differenti, ma ciò che lo rende sicuro è la sua speciale imbottitura in gommapiuma perforata che facilita il passaggio interno dell’aria, aumentando la traspirazione.

Foto | Babymoov su Facebook

  • shares
  • Mail