Dimagrire prima di una gravidanza protegge la salute del neonato

L'obesità materna è una minaccia per la salute del nascituro ma è purtroppo un fenomeno in aumento che le organizzazioni sanitarie europee stanno cercando di contrastare

L'obesità materna è un fattore di rischio per la salute futura dei bambini e pertanto le donne in sovrappeso dovrebbero cercare di dimagrire prima di una gravidanza.

E' quanto emerge da una indagine lunga e articolata condotta in Europa da diversi Istituti di Ricerca sulla base di studi scientifici a lungo termine, tra cui uno dell'Università scozzese di Edimburgo e un altro italiano, condotto dal Consiglio nazionale di Ricerca di Pisa, che dovrebbe farci riflettere.

Dimagrire-prima-gravidanza

lo scopo era quello di capire quali conseguenze il sovrappeso delle donne in gravidanza potessero avere sui bambini, soprattutto una volta diventati adulti. Ebbene, i dati sono tutt'altro che rassicuranti: su 13mila individui ora adulti monitorati fin da piccoli, quelli che erano nati da madri obese avevano molte più probabilità di soffrire di attacchi cuore o di diabete del tipo II.

Durante la gravidanza, infatti, un eccesso di peso è in genere associato ad elevati livelli glicemici (e insulinici) e a pressione alta, fattori che predispongono il bambino ad una crescita abnorme, che peraltro porta spesso alla necessità di ricorrere ad un taglio cesareo per farlo nascere.

Si sa che i bebè figli di mamme obese tendono a loro volta a diventare troppo "cicciottelli", e il fattore sovrappeso incide moltissimo sulla salute, favorendo malattie cardiovascolari, metaboliche e tumori. La ricerca europea che ha monitorato molte mamme in gravidanza, ha scoperto che nel campione in sovrappeso si riscontravano inferiori livelli di vitamine e micronutrienti benefici per la salute del nascituro, ma valori di grassi e colesterolo troppo elevati.

Per tale ragione le nuove direttive sanitarie della UE stanno che cercando di studiare dei protocolli di prevenzione destinati alle giovani donne che saranno le madri del futuro. Lo scopo è quello di promuovere una nutrizione consapevole, promuovendo il raggiungimento e il mantenimento del peso forma delle ragazze in età fertile che permette una gravidanza più sana e aumenta le probabilità che il bebè nasca nelle migliori condizioni di salute, come spiega la dott.ssa Patrizia Iozzo dell'Istituto di Ricerca di Pisa:

Dobbiamo concentrarci sulla prevenzione dell'obesità e del sovrappeso nelle giovani donne, coloro che saranno le madri di domani

Ma la prevenzione non si ferma a prima del concepimento, prosegue la Iozzo:

Io ritengo che ogni donna incinta debba poter ricorrere ad un team di esperti, non solo ostetriche e ginecologhe ma anche dietologi e psicologi

In attesa che questo possa concretizzarsi, è been che una donna che cerca una gravidanza sia consapevole dell'importanza anche l'alimentazione riveste nel favorire il concepimento e nel proteggere la salute anche del nascituro.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest
Via | bbc.com

  • shares
  • Mail