I sintomi della depressione nei bambini e come si cura

Non sono rari i bambini, anche piccoli, che manifestano i sintomi della depressione: come affrontare questa malattia?

Si parla poco della depressione infantile, perché spesso si fatica a credere che i bambini possano soffrire di questa malattia, che sembra un disturbo tipico di chi ha già assaporato un pezzetto in più di strada. In questi giorni, a riportare l’attenzione su questa problematica è stata proprio Kate Middleton che ha invitato a non dimenticare i piccoli con disturbi mentali. Quali sono quindi i sintomi della depressione?

depressione-infantile

Gli umori tipici sono la tristezza, il pianto, l’irritabilità, la perdita di piacere/interesse per le attività quotidiane. I bambini depressi appaiono infelici, si sentono sfiduciati, senza valore e impotenti. Attenzione però perché esiste anche un altro modo per manifestare il loro disagio: la rabbia. Tra i sintomi ci sono anche la mancanza di fiducia in sé, il senso di colpa, la mancanza di concentrazione e di conseguenza anche prestazioni scolastiche mediocri. Aggiungiamo poi la stanchezza, l’apatia e l’inappetenza.

Come mai può subentrare la depressione? Le cause, proprio come per gli adulti, sono diverse, di tipo biologico, psicologico e sociale. Per esempio, una situazione complicata in casa o a scuola. È molto importante aiutare e curare questo disturbo in modo tempestivo affinché non accompagni il bambino anche nell’età adulta. Come si fa? È importante una diagnosi tempestiva e poi studiare una terapia cognitivo-comportamentale, che dovrebbe comprendere della psicoterapia e solo nei casi più gravi anche un trattamento farmacologico.

La psicoterapia è molto importante, perché aiuta a modificare i modi i di pensare e di comportarsi. Nel caso del bambino, gli incontri con lo psicologo sono associati a una terapia per mamma e papà a sostegno della genitorialità.

Via | Istituto Beck

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail