Influenza gastrointestinale nei bambini: quanto dura e quali sono i sintomi

Le virosi intestinali sono una delle malattie più frequenti nel periodo invernale: quali sono i principali sintomi nei bambini, come si curano e quanto durano?

L’ influenza gastrointestinale non è un problema grave, ma nei bambini, soprattutto i più piccolini, può diventarlo. I sintomi sono uguali a quelli degli adulti: vomito, nausea, crampi al pancino, diarrea e in alcuni casi anche febbre alta. Come sapere il contagio avviene da persona a persona oppure toccando (in questo caso mettendo direttamente in bocca) acqua e cibo infetti.

influenza-intestinale

Nella stagione invernale siamo tutti esposti a questa problematica e se il vostro bimbo frequenta un nido o un asilo il rischio di ammalarsi e di conseguenza di far ammalare tutta la famiglia cresce in modo esponenziale. Per i piccolini, il virus più frequente è il rotavirus, che purtroppo non è legato esclusivamente alla stagione. Inoltre, sono tutte virose in continuo mutamento quindi si possono ripetere più volte.

Quanto dura? La durata è estremamente variabile, dai 3 ai 10 giorni, così come il contagio. Un bimbo resta contagioso dai 7 ai 10 giorni. Non si tratta quindi di un periodo così corto, se ci pensiamo. La terapia è uguale per tutti, grandi e piccini. Bisogna lasciare a riposo lo stomaco, bere poco alla volta e di frequente, in caso di febbre cercare di abbassare la temperatura (impacchi freddi e ovviamente tachipirina all’occorrenza).

I bambini sono molto più esposti alla disidratazione, perché fanno molta più fatica a bere. Aiutatelo quindi a reintegrare i sali (ci sono dei preparati appositi, alcuni al gusto di agrumi, che non hanno sapori cattivi e fanno miracoli). La perdita di peso tollerata in un neonato con meno di 18 mesi è un 7-8%, dopo il pediatra potrebbe invitarvi a recarvi in ospedale per la reidratazione forzata, con flebo.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail