Neonato con febbre, cosa fare per abbassare la temperatura

Cosa fare per poter abbassare la temperatura dei nostri neonati? Ecco i consigli degli esperti e quali sono i segnali che ci indicano che è venuto il momento di chiamare il pediatra.

Neonato con febbre, cosa fare per abbassare la temperatura? Innanzitutto non allarmiamoci subito alle prime linee di febbre: si tratta di una risposta naturale del nostro corpo, che va tenuta sotto controllo per intervenire solo in alcuni casi. Il bambino va coperto quando ha le mani fredde e i brividi, quando cioè la febbre sale, ma quando la febbre è ormai alta è meglio scoprirlo.

I neonati con febbre dovrebbero bere più liquidi: se è allattato al seno, proponetegli il latte più spesso, mentre se è più grandicello reidratatelo con l'acqua. La Tachipirina per la febbre nei bambini dovrebbe essere usata con cautela e con il dosaggio previsto in base al reale peso del bambino, con intervalli di tempo tra una dose e l'altra non inferiori alle 4 ore e comunque senza mai superare le 5 dosi ogni giorno.

La Tachipirina o il Nurofen non andrebbero mai dati con febbre inferiore ai 38, tranne in rari casi in cui il piccolo soffra di convulsioni febbrili o altre patologie croniche per le quali non è consigliato far salire troppo la febbre.

Per permettere alla temperatura di abbassarsi più velocemente, possiamo fare delle spugnature con acqua tiepida.

Neonato con febbre, cosa fare

Se la febbre supera i 39 gradi, se dopo un'ora dalla somministrazione dei farmaci non scende e se il piccolo mostra disagio e piange in modo strano e continuo, chiamate subito il pediatra o recatevi al pronto soccorso, soprattutto se la febbre supera i 40 gradi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail