Mamme fissate con l'igiene dei bimbi? Un pericolo per la pelle dei figli

La dermatite atopica è un problema sempre più diffuso. Come mai? La colpa potrebbe essere delle mamme, un po’ troppo chiocce e igieniste.

bagnetto-bambino

Le mamme igieniste possono essere un pericolo per la salute dei bambini. Come mai? Troppo bagni, con saponi aggressivi, vestiti pesanti per non farli raffreddare, camerette in stile forno per le alte temperature. Sono delle piccole manie da mamma, e chi ha figli sa bene di che cosa si tratta.

Purtroppo questa tendenza può favorire la dermatite atopica: i sintomi sono chiazze a squame, prurito e macchie rosse infiammano sempre più spesso la cute dei piccolini. I dati dell’Osservatorio nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza dimostrano che il 15 percento soffre di dermatite dai primi mesi, per raggiungere il 20 percento nei primi 7 anni e il 18 percento fino a 16 anni.

Non solo le mamme mettono in pericolo la pelle dei loro piccoli, ma anche batteri, inquinamento e temperature troppo rigide . Elena Piacentini, pediatra e allergologa del Centro diagnostico italiano-Cdi Bionics del capoluogo lombardo, ha commentato:

“Anche la gestione della malattia può creare qualche problema per l'andamento cronico-recidivante, l'intenso prurito, l'insonnia e l'irrequietezza, i risvolti psicologici e la paura di altre manifestazioni atopiche come l'asma o la rinocongiuntivite allergica".

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail