A che età togliere il pannolino di notte? Ecco alcuni consigli

A che età possiamo cominciare a pensare di togliere il pannolino di notte? Come facciamo a capire quando i bambini sono pronti per questo importante passaggio?

A che età togliere il pannolino di notte

A che età togliere il pannolino di notte? Se solitamente di giorno il pannolino viene tolto prima dei tre anni, quando cioè il bambino andrà all'asilo e sarebbe meglio che fosse già in grado di andare in bagno senza l'aiuto del pannolino, ecco che per la notte il discorso è un po' diverso: se per il giorno è una questione di abitudine e di imparare a fare la pipì nel vasino, di notte la questione è delicata, perché bisogna capire quando il bambino è pronto.

Insegnare al bambino a non fare la pipì di notte è impossibile, mettiamoci l'anima in pace: dovremo aspettare che l'organismo del piccolo sia pronto, dal momento che il controllo degli sfinteri di notte non si impara, ma si acquisisce naturalmente con la crescita. Ci sono bambini che riescono prima a non fare la pipì a letto di notte e altri che riescono dopo.

Fino ai 6 anni è assolutamente normale fare la pipì a letto (dopo questa età meglio chiedere consiglio al proprio pediatra): sicuramente può aiutare il non far bere acqua o liquidi ai bambini prima di andare a nanna, portandoli a fare la pipì prima di coricarsi, così da avere la vescica libera.

Ci sono poi dei segnali che ci indicano che il bambino è pronto: se per più di 5 notti di fila il pannolino è asciutto, vuol dire che il bambino ha imparato a trattenerla. Provate a togliere il pannolino di notte, coprendo bene il materasso con gli appositi teli e preparando già un cambio di lenzuola per ogni evenienza. Se il bambino si sveglia la notte, accompagnatelo una o due volte in bagno, così imparerà a chiamarvi se si sveglia e sente lo stimolo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail