A che età i neonati vedono le persone e gli oggetti?

A che età i neonati riescono a vedere le persone e gli oggetti che hanno vicino? E quelli che sono distanti?

A che età i neonati vedono? Quando cominciano a distinguere le figure che sono vicine ai loro occhietti e quando cominciano a vederci a maggiore distanza? Sappiate che la vista si sviluppa nei primi otto mesi di vita del bambino: in gravidanza le palpebre sono chiuse fino al settimo mese, per poi aprirsi.

Dopo la nascita, il neonato vede il mondo in maniera non nitida: la vista ce l'ha fin dal suo primo vagito, ma non è ben definita. Nelle prime settimane di vita, il neonato è come una persona miope: riesce a vedere nitidamente le cose fino a 20-25 centimetri di distanza dal suo viso.

Con il passare dei giorni e delle settimane, pian piano la vista migliora: la differenza tra luce e buio gli è già ben nota da quando si trovava nel pancione della mamma, è interessato a forme e colori, anche se i dettagli rimangono ancora molto sfocati. Il bambino si concentra sul viso delle persone, guardando principalmente occhi, naso e bocca: in questo modo riesce, nel corso del tempo, a riconoscere i diversi volti delle persone che si prendono cura di lui, la mamma prima tra tutti.

Dal terzo mese gli oggetti diventano più definiti, tanto che il neonato cerca di afferrarli con le mani. Dal quarto mese riconosce i colori, mentre la percezione delle cose nelle loro dimensioni e profondità arriva intorno ai sei mesi.

  • shares
  • Mail