Salute dei bambini, 5 consigli per prevenire l’impetigine

Il mare è inquinato e le spiagge sono il luogo migliore dove i bambini possono prendere l’impetigine.

Le spiagge italiane non sono il luogo sicuro che si spera. Purtroppo è allarme impetigine e quelli maggiormente esposti al contagio sono i bambini. La migliore cura, come sempre, è la prevenzione. Ricordiamo che l’impetigine è un’infezione cutanea facente parte del gruppo delle piodermatiti, infezioni causate da batteri quali streptococchi e stafilococchi.

Come si manifesta? I sintomi tipici sono bolle e vesciche contenenti liquido, contornate da un’aureola rossa.


  • È importante fare attenzione all’igiene obbligando i bambini a una doccia dolce dopo il bagno in mare.
  • La pelle va poi asciugata molto bene, senza sfregare, meglio tamponare.
  • Il bambino non deve grattare le punture degli insetti per evitare infezioni.
  • È bene limitare l’esposizione al caldo e al sole: se la pelle è infiammata, il calore può favorire la diffusione dell’infezione.
  • Si consiglia, la sera, se si ha il sospetto di qualche infezione, di utilizzare un detergente disinfettante e applicare una crema emolliente.

  • shares
  • Mail