Denti a macchie nei bambini: il problema delle nuove generazioni

Denti fragili, con pochi minerali e molte più carie. Quasi il 25 percento dei piccoli ha problemi già prima dei tre anni.

I denti a macchie sono sempre più diffusi tra le nuove generazioni. Che cosa vuol dire? Sono dentini che soffrono di una patologia chiamata demineralizzazione e che favorisce lo sgretolamento. Purtroppo è un problema delle nuove generazioni, infatti colpisce il 25% dei piccoli a livello mondiale. A lanciare l'allerta, con l'invito a fare della prevenzione un'arma da utilizzare sin dal primo anno di vita, è la presidente della Società Italiana di Odontoiatria Infantile, Raffaella Docimo.

"L'ipomineralizzazione è una patologia molto diffusa in tutto il mondo e consiste in un difetto qualitativo dello smalto, che inizia a presentare macchie gialle o marroni molto evidenti e porose. Proprio la porosità porta allo sgretolamento dei denti, principalmente i primi molari permanenti che compaiono dai 6 anni di età".

Quali sono le cause? Sicuramente c’è una predisposizione genetica, una carenza di vitamina D e poi l’assunzione di troppo antibiotico nei primi tre anni di vita. In aumento anche il problema delle carie, che colpisce il 22% nei bimbi di 4 anni, del 44% a 12 anni e di oltre il 60% tra 13 e 18 anni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail