Stitichezza in gravidanza: ecco le tisane giuste

Chi soffre di stitichezza sa quanto possa risultare insopportabile: ecco le tisane indicate da bere durante la gravidanza

Stitichezza in gravidanza: ecco le tisane giuste

La stitichezza rappresenta uno dei fastidi più comuni e diffusi in gravidanza. Nonostante non si tratti di un malessere grave, può mettere a dura prova le future mamme, la cui serenità può venirne in qualche misura minacciata. Niente paura, però, perché combattere la stitichezza durante tale periodo è possibile. A tale riguardo esistono infatti una serie di rimedi naturali, tra i quali l’assunzione di tisane a base di erbe specifiche.

Una doverosa premessa riguarda la raccomandazione di bere molta acqua durante il giorno: già questo piccolo accorgimento rappresenta di per se un valido aiuto. Venendo alle tisane atte a combattere la stitichezza in gravidanza, tra le erbe più comunemente utilizzate c'è la malva, nota per le sua dolce azione lassativa. La malva agisce contro le infiammazioni dell’intestino, ne regolarizza le funzioni e, grazie alla capacità di trattenere i liquidi, favorisce l'eliminazione delle feci. Data la sua azione blanda è particolarmente indicata ai soggetti delicati in genere, compresi bambini ed anziani.

Consigliati in gravidanza sono anche i semi di lino. Ricchi di benefici, tra questi vantano un'importante azione contro la stitichezza: sono in grado di regolare e correggere la funzione intestinale. Nello specifico, grazie all'olio in essi contenuto, si rende possibile una lubrificazione della superficie delle feci il cui passaggio attraverso lo sfintere viene facilitato.
Forse non molto conosciuti sono anche i semi di psillio. Anche questi sono degli ottimi alleati contro la stitichezza. Per la loro capacità di accumulare acqua, riescono a rendere le feci più morbide. Allo stesso tempo, aumentando il loro volume favoriscono l'evacuazione. Si possono utilizzare in una sorta di tisana preparata mettendone un cucchiaino in infusione in un bicchiere di acqua bollente per 10 minuti salvo poi berla, da appena tiepida e non filtrata.

  • shares
  • Mail