Capricci dei bambini: dalla matematica un aiuto con la Teoria dei Giochi

In soccorso dei genitori alle prese con i capricci arriva la matematica e la Teoria dei Giochi.

Terrible twos

I capricci dei bambini spesso mettono in crisi mamma e papà che non sanno come intervenire. Se sappiamo che soprattutto nei famosi Terribili 2 le cose si fanno più dure, ecco che oggi ci arriva una possibile soluzione dalla matematica e dalla Teoria dei Giochi.

A suggerirci questo trucco sono Paul Raeburn, giornalista scientifico padre di 5 figli, e Kevin Zollman, professore di filosofia, nel libro "La guida del teorico dei Giochi per il genitore: come il pensiero strategico può aiutarvi con i più tosti negoziatori che conoscete, i vostri figli". Il libro si basa sulla teoria matematica che è valsa un premio Nobel al matematico John Nash.

Qualche suggerimento?


  • Per fare in modo che i bambini si comportino bene, proponete "minacce" credibili.

  • I bambini contendono un gioco? O si gioca insieme o il gioco viene messo "all'asta".

  • Meglio usare dei premi per incentivare comportamenti corretti, piuttosto che dare qualcosa e poi toglierlo.

  • Con i bambini piccoli l'empatia non funziona.

La teoria dei giochi non è una panacea e non può rispondere a qualsiasi problema si presenta. Ma utilizzando la visione strategica di questa disciplina si può ridurre la frequenza dei piccoli conflitti in grado di far impazzire anche il genitore più paziente.

Ci proviamo?

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail